Tragedia in provincia di Siena, diciassettenne investito e ucciso da un’auto pirata sulla Provinciale 73. È caccia all’uomo.

Tragedia in provincia di Siena, dove un ragazzo di diciassette anni è stato travolto e ucciso da una macchina. Il conducente della vettura si è poi allontanato dal luogo dell’incidente senza prestare soccorso al giovane, sbalzato per diversi metri dall’auto in corsa.

Siena, diciassettenne investito e ucciso da un’auto pirata

L’incidente è avvenuto a Sovicille, in provincia di Siena. Il diciassettenne camminava lungo la Provinciale 73, una strada a scorrimento veloce e poco illuminata. Probabilmente l’auto pirata non ha visto il ragazzo che camminava sul ciglio della strada e lo ha travolto, facendolo cadere diversi metri dopo il punto dell’impatto.

L’automobilista a quel punto ha deciso di darsi alla fuga senza prestare soccorso al giovane. A chiamare i soccorsi sono stati alcuni passanti che, diverso tempo dopo il momento dell’investimento, hanno notato le borse sparse sulla strada e hanno individuato il corpo del ragazzo.

I soccorritori hanno provato a rianimare il ragazzo, trasportato con urgenza all’ospedale La Scotte di Siena, dove è morto poco dopo il suo arrivo, in condizioni ormai gravissime.

Carabinieri NAS
Fonte foto: https://www.facebook.com/carabinieri.it/

La caccia all’uomo

Gli inquirenti hanno iniziato le ricerche dell’auto pirata. Sono già stati ascoltati i testimoni e dovrebbero essere state già visionate le immagini delle telecamere di sicurezza della zona. Gli inquirenti, analizzando le immagini, sperano di risalire alla macchina pirata e quindi al suo proprietario, che rischia l’accusa di omicidio e quella di omissione di soccorso.

Gli inquirenti hanno fermato un commerciante di quarantacinque anni, indagato per la morte del diciassettenne investito e ucciso sulla Provinciale 73.


È morta la commediografa e sceneggiatrice Iaia Fiastri

Cosa è successo prima di Inter-Napoli: la ricostruzione della battaglia