Il sottosegretario alla Salute ed esponente del Movimento 5 Stelle, Pierpaolo Sileri, ha parlato del tema delle mascherine al chiuso.

Il tema delle mascherine al chiuso è un argomento estremamente dibattuto. Se la maggior parte delle nazioni europee ha deciso di lasciar perdere questa misura precauzionale contro il Covid-19, l’Italia sembra voler continuare a tenere le mascherine come misura obbligatoria nella maggior parte dei luoghi dove si radunano i cittadini. Eppure, sembra che l’uso intensivo delle mascherine chirurgiche possa terminare, a partire dal primo maggio. Il sottosegretario alla Salute nonché esponente del M5S, Pierpaolo Sileri, ha parlato del tema a Un giorno da pecora, trasmissione radiofonica di Rai Radio1.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le parole di Sileri

“Dal 1 maggio vi sarà la proroga dell’utilizzo della mascherina” al chiuso “per alcune attività, ma sul luogo di lavoro non disciplineremo l’uso della mascherina al chiuso, i singoli protocolli decideranno come muoversi. L’importante è che venga mantenuta in luoghi come Rsa, ospedali, spettacoli al chiuso o in aereo”. Queste le parole del sottosegretario alla Salute ed esponente del Movimento 5 Stelle, Pierpaolo Sileri, intervistato ad Un giorno da pecora, trasmissione di Rai Radio1.

Il consiglio del sottosegretario alla Salute Sileri ai datori di lavoro che non sanno come agire è il seguente: Io ad esempio negli uffici dove c’è contatto col pubblico la mascherina la terrei, anche se non c’è obbligo, in un periodo di transizione come questo. Diciamo che personalmente – commenta Sileri – al chiuso e in presenza di molti altri, la terrei”. Il sottosegretario ha inoltre dichiarato: “Credo che da giugno sarà abbastanza inevitabile che la mascherina venga eliminata. Credo che quel mese sarà abbandonata quasi un po’ ovunque”.

Ristorante
Mascherine

Le dichiarazioni di Costa

Anche il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, ospite di Mattino Cinque su Canale 5, ha espresso il suo parere in merito alla questione mascherine. “Sui luoghi di lavoro credo che si possa andare verso la raccomandazione e non l’obbligo della mascherina al chiuso. È giunto il momento di dare fiducia agli italiani”. Questo è quanto dichiarato da Costa. “Ci sono le condizioni – ha aggiunto il sottosegretario – per arrivare a questa mediazione, senza distinzione tra pubblico e privato”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 28-04-2022


Le armi segrete di Putin: ecco quali sono

La guerra rischia di coinvolgere un altro paese filoeuropeo