Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi è stato dimesso dal San Raffaele nelle giornata del 15 maggio.

Silvio Berlusconi è stato dimesso il 15 maggio dal San Raffaele, dove era ricoverato dall’11 maggio. Per il leader di Forza Italia si tratta del terzo ricovero in tre settimane. Il Cavaliere era tornato al San Raffaele a dieci giorni di distanza circa dalle ultime dimissioni, avvenute dopo un ricovero di 24 giorni.

Silvio Berlusconi ricoverato al San Raffaele di Milano

Il ricovero al San Raffaele è avvenuto nella mattinata dell’11 maggio, quando Silvio Berlusconi è tornato nella sua stanza-suite situata al sesto piano del padiglione Diamante.

Il nuovo ricovero è avvenuto a distanza di dieci giorni circa dalle ultime dimissioni dopo un lungo ricovero di 24 giorni. Il Cavaliere ha trascorso questi giorni ad Arcore prima di tornare al San Raffaele. Il medico Alberto Zangrillo aveva fatto sapere di essere contrario alle dimissioni ma aveva accettato le volontà del paziente, il quale aveva assicurato che avrebbe fatto allestire una vera e propria camera di ospedale ad Arcore.

Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi

Le cause del nuovo ricovero

Il ricovero è stato disposto per le condizioni preoccupanti di Silvio Berlusconi, che dopo aver contratto il Covid ha avuto un peggioramento del suo quadro clinico, già compromesso da una serie di patologie e problemi anche di rilievo.

Il ricovero è avvenuto a pochi giorni di distanza dall’udienza fissata al tribunale di Siena e non manca chi parla di un ricovero strategico per ottenere un rinvio per legittimo impedimento. In realtà in base alle informazioni raccolte, ci sarebbe una moderata preoccupazione per le condizioni di salute di Silvio Berlusconi.

Silvio Berlusconi dimesso dal San Raffaele

Il leader di Forza Italia ha lasciato l’ospedale nella giornata del 15 maggio. Come riferito dall’Adnkronos, prima delle dimissioni Berlusconi ha incontrato il vicepresidente del Gruppo San Donato Kamel Ghribi.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 15-05-2021


Riaperture e coprifuoco: la nuova ipotesi al vaglio del governo

Coronavirus, Speranza: “Dati in miglioramento. Possiamo allentare e poi superare il coprifuoco”