Skype Classic sta per essere mandato in pensione. Dal 1 novembre 2018, Microsoft inizierà a staccargli la spina. Ecco cosa fare per prepararci.

Dopo quindici anni di onorato servizio, Skype Classic, cioè la versione tradizionale del programma, nota anche come Skype 7, smetterà definitivamente di funzionare. La data prefissata per la chiusura del servizio è il 1 novembre 2018, ma Microsoft ha già confermato che la chiusura avverrà a ondate, quindi alcuni utenti potranno usarlo ancora per qualche tempo.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Cosa fare se non abbiamo ancora effettuato il passaggio a Skype 8?

In realtà non c’è nulla di complicato: dobbiamo solo aggiornare alla nuova versione, seguendo le istruzioni che ci suggerisce il programma oppure effettuando un nuovo download di Skype dal sito ufficiale. Per ora, e ancora per questi ultimi giorni, è possibile far “convivere” Skype 7 e Skype 8 sullo stesso computer.

Ma, come abbiamo visto, sarà sufficiente aggiornare Skype ed effettuare nuovamente l’accesso con il nostro account perché tutto funzioni.

Skype download

Come gestire al meglio il passaggio da Skype Classic a Skype 8

Ammettiamolo: la parte più traumatica del passaggio sarà il fatto di dover abbandonare la versione a cui siamo abituati da molti anni, a favore della nuova interfaccia di Skype 8, che per la verità non tutti gli utenti apprezzano. Ma dal punto di vista tecnico non c’è molto da fare. Tuttavia non è difficile prevedere qualche falso allarme nei giorni di chiusura della vecchia versione.

Microsoft infatti ha annunciato che a partire dal “giorno X”, le vecchie versioni di Skype non si collegheranno più. Probabilmente alcuni scambieranno questo per un malfunzionamento della rete Skype, se non saranno presenti messaggi di errore più che chiari.

Per evitare i problemi dell’ultimo giorno, ci sono due semplici consigli:

– Recuperiamo i nostri dati di accesso a Skype prima della scadenza, in modo da non dover fare le procedure di recupero all’ultimo minuto;

– installiamo subito Skype 8 e portiamoci avanti subito. Il passaggio sarà in ogni caso inevitabile, ma così eviteremo server intasati e malfunzionamenti del primo minuto. Inoltre, potremo prendere la mano con la nuova versione con qualche giorno di anticipo, ed evitare di trovarci “impantanati” proprio il giorno di un’importantissima call di lavoro.

Perché l’ultima versione di Skype non è particolarmente apprezzata?

Per la verità, Microsoft aveva già dato un termine per la chiusura di Skype Classic, il primo settembre 2018. La cosa aveva generato così tanto malcontento che alcuni utenti avevano addirittura aperto una petizione sul popolare sito Change.org. E in prima istanza l’azienda aveva spostato il termine di due mesi.

Skype 8
L’aspetto di Skype 8 con il tema scuro / fonte foto: https://www.skype.com/it/discover/

Ma perché Skype 8 crea così tanto malcontento? Principalmente, per alcuni motivi legati alla funzionalità.

Prima di tutto, Skype Classic ci lasciava aprire più istanze contemporaneamente. In pratica, potevamo avere due account di Skype in funzione, per esempio uno per il lavoro e uno per il tempo libero. Con Skype 8 non è possibile.

Poi, e questa sembra essere la problematica più importante, Skype Classic lasciava aprire le conversazioni in singole finestre, con i contatti in una finestra separata. Ora, con la nuova interfaccia “unificata”, non è più possibile farlo. Il che è un problema soprattutto per chi doveva seguire più chat contemporaneamente, che ora deve “saltare” da una finestra all’altra.

Infine, i fan lamentano una certa carenza di opzioni. Per esempio, non si possono disattivare i singoli suoni, non è possibile disattivare le emoji e la maggior parte delle webcam virtuali di terze parti hanno smesso di funzionare.

Le alternative a Skype per chi non vuole aggiornare

Che Skype non goda più dei fasti di un tempo è abbastanza evidente, e la disattivazione della versione Classic potrebbe costituire un buon punto di partenza per provare qualcosa di diverso.

L’alternativa più ovvia è quella di fare a meno della App e usare l’accesso via browser all’indirizzo web.skype.com. Le funzionalità sono molto simili a quelle della nuova App.

Per chi sta cercando una alternativa per la vita professionale, Slack è senza dubbio una buona ipotesi, così come WhatsAppTelegram, che hanno anche ottime App Desktop e le controparti via browser. Lo stesso vale per Facebook Messenger, che però è legato a doppio filo al nostro account Facebook.
Nel mondo del tempo libero è molto in voga anche Discord, molto usato dai videogiocatori.

Fonte foto copertina: blogs.skype.com/news/2018/09/04/introducing-skype-call-recording-now-you-can-capture-save-and-share-special-moments/

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 22-10-2018


Leggere i messaggi di WhatsApp senza inviare la spunta blu

Come vedere le categorie nascoste di Netflix grazie ai codici segreti