Sette cose davvero utili che possiamo fare con lo smartwatch Android

Superato l’entusiasmo dei primi anni, gli smartwatch hanno perso un po’ del loro smalto.Ma sono ancora gadget utili e divertenti, se sappiamo come usarli.

Gli smartwatch hanno subito un destino simile a quello dei tablet: tornati di moda sull’onda dell’entusiasmo commerciale, sono poi tornati piuttosto rapidamente a essere una nicchia. Tuttavia, anche in questo caso, trainati dall’interesse dei prodotti Apple, molti produttori si sono dati da fare. Ancora oggi l’offerta di smartwatch basati su Android è considerevole, grazie anche all’interesse di Google. Il sistema operativo Wear OS infatti ha dato un notevole impulso a questi prodotti, per non parlare della quantità di gadget a basso costo che oggi è possibile trovare.

Smartwatch, utilità limitata?

Dipende. Mentre Apple, forte anche del suo marketing storicamente abile, mostra praticamente tutte le funzioni possibili del proprio Apple Watch, spesso i produttori Android non sono così generosi di informazioni. Così rischiamo di considerare il nostro orologio smart una “semplice” estensione del nostro smartphone. Certo, queste funzioni sono interessanti, ma non sono le uniche. Controllare i messaggi e chi ci chiama, silenziare il telefono e ricevere le notifiche insomma, sono solo l’inizio. Vediamo come usare lo smartwatch al meglio, sfruttandolo per quello che è: un dispositivo da polso con uno schermo e una buona potenza di calcolo.

Sette cose da fare con lo smartwatch

Abbiamo visto le funzioni più semplici e scontate, ma con questi dispositivi possiamo fare molto altro. Possono diventare ottimi sostituti o supporti del telefono, a seconda delle necessita. Ecco come.

Rimanere in forma o controllare l’allenamento

Praticamente tutti gli smartwatch dispongono di funzioni specifiche per rimanere in forma. Alcuni modelli, come quelli di Fitbit, sono specializzati per gli appassionati della forma fisica. Ma anche la maggior parte degli altri hanno già tutto quello che serve: GPS e accelerometro. Se cerchiamo un modello per questa funzione specifica, assicuriamoci che siano presenti anche i sensori biometrici, per misurare battiti cardiaci e pressione.

Usare lo smartwatch come carta di credito

I modelli che supportano Google Pay permettono di associare carte di credito e metodi di pagamento, e di usare il nostro smartwatch come carta di credito contactless. Sfortunatamente in Italia questa funzione è ancora “in arrivo”, ma chi ha avuto modo di provarla sostiene che sia decisamente comoda, in particolare per le spese “rapide”.

Un navigatore a portata di polso

Si, esiste una versione di Google Maps per smartwatch, e non è l’unica App di navigazione esistente. Certo, guardare le indicazioni sullo schermo di uno smartphone è un’altra cosa, ma ci sono margini di utilità interessanti. Per esempio, se siamo in bicicletta, in moto o in scooter, possiamo dare un’occhiata alle indicazioni senza dover usare supporti e senza rischi. La stessa cosa vale anche per chi ama la corsa. Senza dubbio è un modo pratico per avere una cartina a portata di mano.

Wear OS smartwatch mappa

Ritrovare il telefono smarrito

Alzi la mano chi non ha mai passato un’ora a cercare il telefono che poi era finito in mezzo al divano o sotto una pila di vestiti. Praticamente tutti i modelli di smartphone hanno una funzione che permette di cercare il telefono, anche attivando la vibrazione o la suoneria. I modelli economici con sistemi operativi più spartani possono usare Find My Device di Google, per esempio.

Ascoltare musica

Grazie ad App come Google Play Musica o Spotify, lo smartwatch diventa un compagno perfetto per l’allenamento. I modelli con una certa quantità di memoria permettono anche di scaricare musica sul dispositivo per poterla ascoltare offline. Per il massimo della comodità l’ideale è un paio di cuffie bluetooth.

Usare lo smartwatch come telecomando per la fotocamera

Anche questa è una funzione standard di Google Fotocamera: se i nostri dispositivi sono compatibili (e lo sono la maggioranza dii quelli più recenti) il nostro smartwatch può essere usato come shutter, cioè pulsante di scatto, per attivare la fotocamera del telefono. Una bella comodità, in particolare quando dobbiamo fare “selfie di gruppo” o scatti in posa.

Fingere di essere 007

Ammettiamolo, avere un orologio intelligente ci fa tornare almeno un po’ alla mente i film di spie. Che male c’è a giocare un po’? Il nostro smartwatch ha tutte le carte in regola per diventare il giocattolo da agente segreto definitivo. Per esempio, usando App come Wear Audio Recorder possiamo usarlo per registrare conversazioni. Oppure, possiamo usarlo per “guardarci intorno” usando la telecamera del nostro smartphone. Grazie ad App come LookBehind (0,75 €) possiamo comandare a distanza le fotocamere del nostro telefono, proprio come nei film di spionaggio.

Come funziona lo smartwatch?

Anche se i modelli più recenti stanno diventando addirittura autonomi, lo smartwatch tipico si collega a uno smartphone e ne condivide le funzioni, almeno in parte. Tuttavia si tratta pur sempre di un dispositivo autonomo, con App proprie e funzioni specifiche. In particolare torna utile quando vogliamo essere “ultramobili”, per esempio in palestra. Grazie alla connessione Bluetooth infatti possiamo per esempio lasciare il telefono nell’armadietto e controllarlo comunque tramite lo smartwatch.

Fonte foto copertina: pixabay.com/it/orologio-mani-smartwatch-tempo-2996385/

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 28-06-2018

Massimiliano Monti

X