Socio di una società sospetta, Gennaro Gattuso ascoltato dai Pm

L’allenatore del Milan Gennaro Gattuso è stato sentito dai pm di Torino per un caso di riciclaggio di denaro.

Proprietario del 35% di una società forse utilizzata per riciclare denaro, l’allenatore del Milan Gennaro Gattuso è stato ascoltato dai pm che indagano per trasferimento fraudolento di valori.

La posizione del tecnico del Milan sarebbe marginale in quanto sarebbe stato solo possessore di quote ma non sarebbe mai stato impegnato in prima persona nella gestione degli affari della Srl.

Gennaro Gattuso socio di una società usata forse per riciclare denaro

Figura centrale nelle indagini è Pasquale Motta, imprenditore accusato di riciclaggio e, secondo le ipotesi investigative, vicino alla criminalità organizzata calabrese.

Proseguono le indagini degli inquirenti che stanno lavorando per provare a fare luce sul caso.

Da chiarire la posizione di Motta, i suoi possibili legami con la criminalità organizzata e il ruolo delle altre quarantanove persone indagate.

Quarantanove persone nel registro degli indagati. Il ruolo di Gennaro Gattuso

Nel registro degli indagati sarebbero iscritte quarantanove persone. Coinvolto nel caso anche l’allenatore del Milan Gennaro Gattuso, proprietario del 35% delle quote aziendali della società Cascina Tre Olmi Srl. Proprio questa società, secondo gli inquirenti, sarebbe stata usata per riciclare denaro sporco.

Le indiscrezioni che filtrano sembrano confermare il ruolo marginale di Gennaro Gattuso che non avrebbe avuto un coinvolgimento diretto nella gestione della società e negli affari svolti dai vertici.

Gennaro Gattuso Unai Emery
Gennaro Gattuso

La difesa dell’allenatore del Milan: mai avuto un ruolo operativo all’interno dell’azienda

L’allenatore del Milan, che non ha rilasciato dichiarazioni ai giornalisti, aveva fatto sapere di non avere mai avuto un ruolo operativo all’interno dell’azienda.

ultimo aggiornamento: 16-04-2019

X