Apple ha annunciato un software per cercare foto di pedopornografia su iPhone degli utenti. Novità entro la fine dell’anno.

ROMA – Apple ha annunciato un software per cercare foto di pedopornografia su iPhone degli utenti. L’annuncio, come riportato dall’Adnkronos, è stato dato dal New York Times ma non sono mancate le polemiche. La tecnologia dovrebbe entrare in funzione entro dell’anno.

Nelle prossime settimane, inoltre, la società di Cupertino dovrebbe fornire uno strumento ai genitori per verificare se e quando i loro figli inviano e ricevono immagini di nudo in un messaggio. Inoltre, le immagini sospette verranno visionate da una persona e, in caso di pedopornografia accertata, l’account dell’utente verrà sospeso e segnalato al Centro nazionale per i bambini scomparsi e informati.

La polemica sulla privacy

L’annuncio del New York Times ha aperto una polemica sulla privacy. La multinazionale, però, ha assicurato che i nuovi software saranno rispetteranno le leggi. Nonostante questo, però, le perplessità sono diverse e saranno risolte solamente dopo la messa in moto del nuovo software.

In futuro, però, non si esclude che una decisione simile possa essere decisa anche dagli altri Governi. Prima molto probabilmente si vedranno i risultati che saranno ottenuto dalla Apple.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Apple
Fonte foto: https://www.facebook.com/apple

Il via entro la fine dell’anno

Il via libera a questa novità dovrebbe arrivare entro la fine dell’anno. Apple non ha rilasciato nessuna dichiarazione ufficiale e sono in corso tutti i ragionamenti del caso per capire quando far partire al meglio questa nuova applicazione.

Un software che molto probabilmente sarà collegato ad un nuovo dispositivo che presto sarà dato a tutti i genitori in possesso di un iPhone. Si tratta di una applicazione che consentirà di tenere sotto controllo il cellulare dei propri figli e valutare se, in caso di invio di foto nude, si tratta di pedopornografia.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/apple


Paura a Tokyo, uomo accoltella diverse persone su un treno regionale

Green Pass obbligatorio, primi controlli in Italia