Sparatoria a Napoli, ferito un pregiudicato di 32 anni

Sparatoria a Napoli, Noemi lascia l’ospedale

Attimi di paura a Napoli per una sparatoria a due passi da piazza Nazionale. Noemi lascia l’ospedale

Sparatoria tra la folla a Napoli – È durato più di un mese il dolore per Noemi che nella giornata dell’undici giugno ha potuto lasciare l’ospedale. La bimba di quattro anni accolta dagli applausi dei residenti al momento del suo ritorno a casa.

Sparatoria a Napoli, la ricostruzione dei fatti

Pomeriggio di sangue a Napoli quello di venerdì 3 maggio 2019. Tre persone, tra cui una bambina di quattro anni, sono rimaste ferite in un agguato compiuto a due passi da piazza Nazionale.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, l’obiettivo di questo agguato era un pregiudicato di 32 anni che è stato trasportato in gravi condizioni all’ospedale Loreto Mare.

A una settimana di distanza dalla sparatoria a Napoli, le autorità hanno arrestato i due killer responsabili del ferimento di un pregiudicato e della piccola Noemi.

Sparatoria a Napoli, arrestati i killer

Le autorità hanno arrestato i due sicari dell’agguato tenutosi lo scorso tre maggio a pochi passi dalla centralissima Piazza Nazionale.

L’uomo accusato di aver sparato i colpi di pistola tra la folla è Armando del Re, mentre l’altro uomo sarebbe il fratello

Carabinieri
fonte foto https://www.facebook.com/carabinieri.it/

Napoli, Noemi lascia l’ospedale

Erano le 17:30 di venerdì 3 maggio quando alcuni individui hanno aperto il fuoco tra la folla in pieno centro a Napoli. L’obiettivo dei killer era un pregiudicato di 32 anni colpito da ben sei proiettili. Ferita anche una bambina quattro anni e la nonna. Gravi le condizioni della piccola nonostante i lievi miglioramenti.

Il quadro clinico della piccola Noemi è migliorato sensibilmente nella giornata del 10 maggio, quando ha iniziato a respirare autonomamente. La notizia è stata accolta da un caloro applauso dalle persone radunate davanti all’ospedale dove è stata ricoverata la piccola.

La bambina ha lasciato l’ospedale e ha fatto ritorno a casa nella giornata dell’11 giugno, a poco più di un mese dal suo ferimento in strada.

Polizia Scientifica
fonte foto https://www.facebook.com/poliziadistato.it/

L’interrogatorio del pregiudicato

Il vero obiettivo dei killer sembrava essere proprio il 32enne con diversi reati penali. Proprio su di lui si sono concentrate le indagini e nelle prossime ore l’uomo potrebbe essere interrogato dagli inquirenti. Le sue condizioni sono serie e per questo gli agenti stanno aspettando l’ok da parte dei medici.

Intanto sono state sentite tutte le persone che si trovavano sul posto in quel momento. Nessuna testimonianza, per ora, è stata utile a identificare i responsabili di questo tentato omicidio. Una tragedia sfiorata nella città partenopea visto i diversi proiettili che sono stati esplosi dai killer in pieno centro. Il bilancio poteva essere ancora più grave ma fortunatamente alcuni colpi non sono andati a segno. Indagini in corso sull’accaduto.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/poliziadistato.it/

ultimo aggiornamento: 10-06-2019

X