Bankitalia taglia le stime del PIL: crescita del +0,3% nel 2019

Bankitalia taglia le stime del PIL: crescita del +0,3% nel 2019

Nuovo taglio del PIL da parte di Bankitalia. Nel 2019 è prevista una crescita del +0,3%. +0,7% nel 2020 mentre +0,9% nel 2021.

ROMA – L’economia italiana è in forte sofferenza. A dirlo è Bankitalia che nell’ultimo rapporto per gli anni 2019-2021 effettua una nuova correzione in negativo. La revisione del bollettino di luglio prevede una crescita del PIL del +0,3% nel 2019, del +0,7% nel 2020 e del +0,9% nel 2021.

La revisione – si legge nella nota riportato dall’ANSAriflette la maggior debolezza della domanda estera osservata negli ultimi mesi e il protrarsi di condizioni di elevata incertezza nei sondaggi presso le imprese“.

Bankitalia
fonte foto https://www.facebook.com/tatiana.dellolio

Bankitalia taglia il PIL. La nuova idea del Governo per rilanciare l’economia

Il nuovo taglio del PIL non preoccupa il Governo che ha intenzione di proseguire per la propria strada. E questa si chiama minibot. A garantirlo è Giancarlo Giorgetti che è intervenuto sulla questione: “Tutte le soluzioni nuove sono contestate – dichiara il sottosegretario leghista – non dico che siano la Bibbia, ma sono una proposta per accelerare i pagamenti. Si tratta di una possibilità ma la strada maestra resta quella della crescita“.

Pensiero non condiviso da Confindustria con Vincenzo Boccia che a margine di un convegno precisa: “Noi siamo d’accordo con Draghi sui minibot perché significa debito pubblico. Il problema è che noi non possiamo permetterci più questo, salvo che lo facciamo per gli investimenti nella logica degli eurobond, da concordare con gli altri Paesi“.

Duro, invece, l’attacco che arrivata dal presidente di Confindustria Giovani, Alessio Rossi: “Pensare che il problema del debito pubblico sia risolvibile con i minibot è come provarci con i soldi del Monopoli“.

La discussione su questo argomento resterà sul banco del Governo per diversi mesi. La maggioranza è al lavoro per cercare di far ripartire il prima possibile l’economia italiano e i minibot sembrano essere una soluzione al vaglio dell’esecutivo giallo-verde.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/tatiana.dellolio

ultimo aggiornamento: 08-06-2019

X