La trattativa tra Mps e Unicredit si è fermata. Il Governo ha confermato lo stop all’intesa. Ecco cosa succede ora.

ROMA – La trattativa tra Mps e Unicredit ha ricevuto lo stop definitivo. Come riferito dal Corriere della Sera, il Governo ha deciso di interrompere il negoziato ed ora si attendono delle novità nelle prossime settimane.

Già in passato da parte del Mef era stata avanzata l’ipotesi di una interruzione della trattativa con il ministro Franco che aveva ribadito come “l’accordo non deve essere trovato in ogni caso. Noi metteremo sul tavolo un pacchetto finale solo se siamo convinti che sia adeguato“. E a quanto sembra la fumata bianca non sembra essere vicina.

Super Green Pass, tutte le regole per viaggiare a Natale

Trattativa Mps-Unicredit, il motivo dello stop

Non si hanno particolari informazioni, ma dalle prime ricostruzioni lo stop sembra essere legato all’impossibilità da parte del Mef di soddisfare le richieste di UniCredit sulla ricapitalizzazione della società. L’Istituto aveva avanzato una proposta da oltre 7 miliardi di euro (9 miliardi la prima richiesta).

Il Ministero, però, non sembra essere convinto da questa proposta. Anzi ha parlato di uno sforzo troppo punitivo per i contribuenti e da qui la decisione di mettere fine a questa trattativa.

soldi euro
soldi euro

Attesa per il comunicato ufficiale

Nella serata di domenica la notizia dello stop della trattativa. Sono in corso contatti tra il ministro Franco e il premier Draghi per capire meglio come comportarsi su questa vicenda. L’ipotesi più probabile è quella di interrompere la trattativa con Unicredit ed iniziare un colloquio con la Commissione Europea per arrivare ad una privatizzazione entro metà 2022.

Il futuro di Monte dei Paschi continua ad essere in forte dubbio.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 24-10-2021


Chiude anche il Disney Store di Milano: era l’ultimo rimasto aperto in Italia

Il social di Trump decolla in Borsa, oltre il 300 per cento in un giorno