La strage del Texas: alcuni testimoni sono pronti a spergiurare che l’assassino sia rimasto all’interno degli edifici per almeno quaranta minuti.

Una donna avrebbe gridato ai poliziotti di entrare immediatamente all’interno degli edifici scolastici della Robb Elementary di Uvalde, nel cuore del Texas. Proprio in questo luogo, maledetto dalla sorte, il diciottenne Salvador Ramos stava sparando contro bambini e insegnanti.

Alcuni testimoni americani appaiono critici sulla faccenda. Parecchie voci avrebbero, infatti, confermato che la Polizia ha indugiato più del dovuto, prima di fare irruzione all’interno dell’edificio. Gli stessi testimoni hanno gridato a chiare lettere che i poliziotti “potevano fare di più, non erano preparati”.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La ricostruzione dei testimoni

Il direttore del dipartimento di Pubblica Sicurezza, McCraw, ha affermato che il giovane Ramos sarebbe rimasto all’interno dell’edificio per oltre 40 minuti. Secondo altri testimoni, Ramos, appena arrivato nell’edificio, avrebbe avuto un primo contatto con gli agenti, riuscendo a ferirne due. Dopodichè, si è intrufolato in classe, facendo strage di bambini e insegnanti.

Omicidio pistola
Omicidio pistola

Il giovane sarebbe stato fermato solo dall’arrivo di una Border Patrol, unità tattica intervenuta sul luogo della strage. Ma anche in questo caso, l’intervento delle forze dell’ordine non sarebbe avvenuto senza gravissimi imprevisti. Dalle ricostruzioni, pare che gli agenti non riuscissero ad aprire la porta, così si sarebbero adoperati per cercare le chiavi.

Il direttore McCraw ha, quindi, concluso circa il trascorso di un’ora, da quando Ramos ha colpito i due agenti, facendo il suo ingresso a scuola, fino a quando l’unità tattica è riuscita finalmente ad intervenire, uccidendo il killer.

In ogni caso, il direttore McCraw, non ha mancato di difendere la polizia locale : “Le forze dell’ordine erano lì, hanno reagito immediatamente, hanno confinato Ramos in una sola aula”. Alle dichiarazioni di McCraw, ha fatto eco anche il capo dell’Us Border Patrol, Raul Ortiz, dicendo che suoi uomini “non hanno esitato”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 26-05-2022


Omicidio Willy, Bianchi: “Non l’ho toccato neanche con un dito”

Infarto colpisce il marito della maestra uccisa nella strage di Uvalde