Uno striscione con le coordinati aeree di Napoli come suggerimento ai paesi in guerra.

Lo striscione fuori al Betegodi durante la partita di serie A Verona-Napoli ha indignato il web. Una delle tifoserie più apertamente razziste e di estrema destra ha esposto uno striscione di cattivo gusto. Raffigurava le due bandiere dei paesi belligeranti, Ucraina e Russia e delle coordinate aeree. Unica interpretazione: un suggerimento per i paesi di bombardare in quelle coordinate che corrispondono alla città di Napoli. Non è la prima volta che si manifesta un episodio del genere nel mondo dello sport. Le tifoserie del Nord spesso hanno rivolto insulti e cori nei confronti delle tifoserie e delle città del Sud, soprattutto di Napoli.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le condanne del gesto della tifoserie veronese

La società del Verona ha condannato ufficialmente lo striscione ma è un problema sostanziale e non un episodio limitato. Anche il presidente della Regione Luca Zaia ha definito lo striscione ripugnante. Difende così la città Zaia dicendo: «è indegno e non c’entra nulla col tifo o col calcio lo striscione di sedicenti tifosi veronesi apparso poco prima della partita. C’è da vergognarsi a lanciare simili messaggi, altro che goliardia. Però la città di Verona non è quello striscione, anzi…. Verona e i veronesi sono invece sempre simbolo di accoglienza e solidarietà, basti pensare che in questi giorni le associazioni, le istituzioni locali, le famiglie o le autorità sanitarie stanno facendo il massimo per ospitare, aiutare e curare chi scappa da questa folle guerra».

Luigi Di Maio
Luigi Di Maio

Un gesto che ufficialmente è stato condannato da tutti ma episodi del genere nel mondo del calcio e delle tifoserie, soprattutto quelle più estreme, continuano ad accadere. “Un messaggio ripugnante. Lo striscione contro Napoli e i napoletani esposto da tifosi, o presunti tali, dell’Hellas Verona è grave e va condannato da tutti, senza distinguo e senza giustificazioni.” sottolinea il ministro degli Esteri Di Maio. “Questa guerra è reale, non è finzione, non è un gioco”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 14-03-2022


Serie A, la classifica aggiornata in tempo reale

La storia della foto della bambina che imbraccia il fucile