Svolta nelle indagini sull’omicidio di Leonardo Muratovic: un ventenne, accompagnato da suo fratello, si è costituito martedì alla polizia.

Arrivata la svolta sul caso dell’omicidio di Leonardo Muratovic. Nella giornata di ieri, martedì 19 luglio, un giovane ventenne si è costituito a Roma, dopo aver cobfessato l’omicidio del pugile di 25 anni. Muratovic è stato ucciso sabato notte ad Anzio a coltellate, durante una rissa avvenuta fuori da un locale notturno.  

È stato il fratello del giovane ventenne ad accompagnarlo dai carabinieri per confessare l’omicidio nei confronti del pugile. Adesso l’imputato verrà ascoltato dal pm titolare dell’indagine, che verificherà la sia versione dei fati. Nel caso in cui il giovane dovesse effettivamente risultare colpevole, il pm disporrà lo stato di fermo. Il pm esaminerà anche la posizione del fratello del presunto colpevole, che ha accompagnato il ventenne alla stazione dei carabinieri Gianicolense. 

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La confessione del ragazzo 20enne

A distanza di tre giorni dall’omicidio e di ricerche condotte dalle forze dell’ordine, il ventenne avrebbe confessato il gesto. Queste le sue parole: “Sono stato io a accoltellare Leonardo Muratovic”. Adesso gli investigatori verificheranno se la confessione del giovane corrisponda o meno alle dinamiche emerse dalle indagini svolte finora. 

Polizia locale

In seguito all’omicidio del pugile, gli investigatori hanno arrestato anche il padre della vittima. La sua colpa è quella di aver accoltellato due bodyguard dopo aver appreso la notizia della morte di suo figlio. Il padre della vittima li aveva colpiti con un coltello fuori al commissariato di Anzio. I cari e conoscenti della vittima, Leonardo Muratovic, si sono incontrati nella giornata di martedì sera, per deporre un mazzo di fiori in segno di commemorazione del ragazzo.  

Durante la commemorazione, qualcuno ha anche lasciato volare in cielo alcune lanterne cinesi. Dopo aver appreso la notizia del giovane ventenne costituitosi durante la giornata di ieri, alcuni dei parenti di Leonardo si sono recati in commissariato. 

Riproduzione riservata © 2022 - NM

giallo

ultimo aggiornamento: 20-07-2022


L’autopsia sul corpo del piccolo Mattias: nessun malore in acqua

Giallo: Giacomo Zappino, scomparso prima di prendere l’aereo