Tennis, ATP Finals: i risultati di lunedì 15 novembre 2021. Parte bene l’avventura di Djokovic a Torino.

ROMA – Tennis, ATP Finals: i risultati di lunedì 15 novembre 2021. Dopo la grande delusione per l’infortunio di Berrettini, a Torino si è ripartiti con la vittoria di Djokovic su Ruud. Alle 21 in campo Tsitsipas e Rublev.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Buona la prima per Djokovic, Ruud superato in due set

Buon esordio per Djokovic alle ATP Finals nonostante una partenza non proprio eccezionale. Ruud, infatti, è riuscito subito ad ottenere il break, per poi subire il pareggio del serbo al sesto game. Da qui Nole non è riuscito a sfruttare le due occasioni per chiudere il match sul 6-4 per poi aggiudicarsi il set al tie-break.

Novak Djokovic
Novak Djokovic

Non c’è stata partita, invece, nel secondo set. Nole con due break nel primo e nel quinto gioco ha messo in ghiaccio il primo successo andando a conquistare il parziale con il punteggio di 6-2. Un buon inizio per il serbo considerando anche le insidie che possono essere rappresentate da Tsitsipas e Rublev.

Rublev batte Tsitsipas in due set

Il primo risultato a sorpresa è arrivato sicuramente con la vittoria di Rublev su Tsitsipas. Il greco è arrivato a questo appuntamento non nelle migliori condizioni è il russo ne ha approfittato. Il numero cinque del mondo nel primo set è riuscito ad ottenere il break alla quinta palla a disposizione (tre nel primo game non sfruttate) e soprattutto non ha concesso mai all’avversario di rientrare con un netto 6-4.

Andamento identico anche nel secondo set. Dopo aver salvato una palla break nel primo gioco, Tsitsipas ha dovuto cedere il servizio nel quinto game (come successo nel primo set) e poi Rublev ha chiuso la partita sul 6-4. Una vittoria che complica e non poco il cammino del greco..

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 15-11-2021


Atp Finals, che sfortuna per Berrettini. Si prepara Sinner, cosa dice il regolamento

Atp Finals, Berrettini costretto al ritiro: “Sono distrutto”. Al suo posto c’è Sinner