Terremoto nel Centro Italia, scossa di magnitudo 4.1 tra Norcia, Arquata del Tronto e Accumoli, già note purtroppo per l’attività sismica che interessò e distrusse quelle zone tra il 2016 e il 2017.

Torna la paura nel Centro Italia per un nuovo terremoto tra Norcia. Arquata del Tronto a Accumoli. Le stesse zone colpite dai devastanti fenomeni sismici del 2016 e del 2017. Fortunatamente il bilancio non presenta danni a cose o persone.

Di seguito il tweet aggiornato condiviso dall’INGV sulla propria pagina Twitter

Terremoto di magnitudo 4.1 tra Norcia, Arquata del Tronto a Accumoli

Il terremoto è stato registrato intorno alle 2 di notte e ha avuto una magnitudo di 4.1. L’epicentro è stato fissato a soli 4 chilometri da Norcia. La scossa si è originata a otto chilometri di profondità ed è stata avvertita anche ad Arquata del Tronto, distante appena tredici chilometri dall’epicentro, e ad Accumoli, situata a quattordici chilometri dall’epicentro.

Decine di persone, che ancora hanno impresse nella mente la paura e la distruzione che un terremoto può provocare, si sono riversate fuori dalle case.

Terremoto

L’intensa attività sismica

Dopo la scossa di terremoto principale sono state registrate due repliche di moderata intensità, la prima di magnitudo 3.2 e la seconda di 2 gradi della scala Richter. Gli osservatori hanno evidenziato che l’attività sismica è iniziata nella sera del 31 agosto, quando gli Istituti di monitoraggio hanno registrato almeno quattro scosse ma con magnitudo inferiore ai 3 gradi della scala Richter e con epicentro nei pressi di Trevi, Perugia.

Il bilancio

Stando alle prime informazioni provenienti dai luoghi interessati dall’attività sismica non si registrano fortunatamente danni a cose o persone.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
cronaca evidenza News terremoto terremoto centro italia

ultimo aggiornamento: 01-09-2019


Bari, figlio di due mamme: il Viminale fa ricorso

Toninelli e Trenta firmano il divieto di ingresso per la Alan Kurdi, la nave verso Malta