Test rapidi per lo screening a scuola, c’è il via libera. Risultati entro 20 minuti.

ROMA – Test rapidi per lo screening a scuola, è arrivato il via libera del Cts. Come riportato da La Repubblica, nell’ultimo incontro tra le autorità sanitarie e il Governo è stato trovato un accordo di massima. I test potranno essere utilizzati “ai fini esclusivi di screening“.

Nella serata del 29 settembre il Ministero della Salute ha dato il definitivo via libera con una circolare.

“L’utilizzo di tali test antigenici rapidi è in grado di assicurare una diagnosi accelerata di casi di Covid-19, consentendo una tempestiva diagnosi differenziale nei casi sospetti tra sindrome influenzale e malattia da Sars-CoV2”

Risultati in 20 minuti

Con i test rapidi i risultati sono attesi in 20 minuti. Un’arma in più per combattere il coronavirus nelle scuole. L’accordo di massima è stato trovato tra Governo e Cts nella giornata del 29 settembre.

Via libera quindi al nuovo strumento utile ad intercettare i casi di coronavirus nelle scuole prima della diffusione nelle classi e, nella peggiore delle ipotesi, negli istituti.

Scuola
Scuola

Il coronavirus nelle scuole: i dati dopo le prime settimane

Il coronavirus nelle scuole continua ad essere sotto controllo. I casi sono stati registrati anche se non ci sono particolari situazioni di criticità. Il piano del Governo è quello di non chiudere l’intero istituto, ma mettere in quarantena solo le persone che sono state a stretto contatto con i positivi nelle ultime 48 ore in attesa del risultato del tampone.

Una ripartenza che, al momento, non sembra aver dato particolari problemi con i numeri che sono contenuti. Per avere la certezza, però, bisognerà aspettare ancora qualche settimana. Solo dopo aver puntellato la scuola il Governo è guarderà con maggiore attenzione alla ripartenza di altre attività come il ritorno dei tifosi negli stadi.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
coronavirus cronaca News scuola test rapidi

ultimo aggiornamento: 30-09-2020


2 giugno 1981, muore il cantante Rino Gaetano

Galliani, tampone di Berlusconi risultato negativo