Vanessa Incontrada nuda sulla copertina di Vanity Fair. Un messaggio contro il body shaming. “Il momento più bello degli ultimi anni”.

Vanessa Incontrada di guadagna la copertina di Vanity fair e posa nuda per mandare un messaggio di strettissima attualità. La show-girl e attrice è diventata un’ambasciatrice del body positive, del culto della bellezza che supera le restrizioni dei canoni e soprattutto le offese legate all’aspetto fisico, che l’hanno interessata anche in prima persona.

Vanessa Incontrada nuda sulla copertina di Vanity Fair: “Il momento più bello degli ultimi anni”

Questa copertina è il momento più bello degli ultimi anni“, ha raccontato Vanessa Incontrada nel numero di Vanity Fair che la vede come grande protagonista. “È il punto d’arrivo che vede il mio corpo diventare un messaggio per tutte le donne (e per tutti gli uomini): dobbiamo tutti affrontare, capire e celebrare una nuova bellezza“. Il suo è un messaggio rivolto a tutte le donne che hanno difficoltà ad accettarsi per quello che sono e per come sono, una risposta artistica al fenomeno da debellare del body shaming, degli insulti legati all’aspetto fisico.

Vanessa Incontrada

La copertina di Vanity Fair

Di seguito la copertina di Vanity Fair pubblicata sul profilo Instagram della nota rivista.

Visualizza questo post su Instagram

«Questa copertina è il momento più bello degli ultimi anni», racconta sul numero di Vanity Fair in edicola dal 30 settembre l’attrice e conduttrice @vanessa_incontrada che in cover si mostra completamente nuda. «È il punto d’arrivo che vede il mio corpo diventare un messaggio per tutte le donne (e per tutti gli uomini): dobbiamo tutti affrontare, capire e celebrare una nuova bellezza». «Abbiamo voluto questa copertina per riflettere sul tema della Body Positivity e sulle implicazioni del concetto classico di bellezza sulle nostre vite», dichiara il direttore di Vanity Fair @marchettisimone. «La questione è complicata, vede il corpo delle donne in prima linea e annovera tutto quello che ci è stato insegnato con libri, spot, film, moda, cartoni animati e condizionamenti sociali, culturali e famigliari dagli anni Cinquanta a oggi. In fatto di bellezza, oggi sta succedendo quello che è successo alla terra dopo la scoperta dell’America da parte di Cristoforo Colombo: là dove si pensava finisse il mondo, ne è iniziato un altro. E là dove si pensava finisse la bellezza forse e finalmente ne sta sorgendo una tutta nuova». #VFnessunomipuogiudicare Foto di @maxvadukul Fashion stylist on set @marchettisimone Assistente fashion per preparazione moda, Martina Antinori Assistente fashion on set, Camilla Fioravanti Producer @marinamoretti64 Hair @irenegrecomilano Make Up Arianna Campa @Closeupmilano Manicure Carlotta Saettone @W-MManagement Bracciali Iconica in oro rosa @pomellato

Un post condiviso da Vanity Fair Italia (@vanityfairitalia) in data:

Vanessa Incontrada, “La perfezione non esiste”

Proprio sul tema dell’aspetto fisico Vanessa Incontrada aveva dedicato un monologo che era stato particolarmente apprezzato.

“La perfezione non esiste. So che non dico una grande novità, ma io lo voglio dire, lo voglio gridare e lo voglio urlare: la perfezione non esiste!“, era il messaggio veicolato dall’attrice, diventato a suo modo un punto di riferimento per tantissime ragazze e per tantissime donne.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
Altre Notizie cronaca Vanessa Incontrada Vanity Fair

ultimo aggiornamento: 30-09-2020


Milazzo, il sottufficiale-eroe della Guardia Costiera non è morto annegato

2 giugno 1981, muore il cantante Rino Gaetano