La moviola di Milan-Inter: giusto annullare il vantaggio dell’Inter. Qualche dubbio sull’intervento di Škriniar su Kalinic: era da ‘arancione’.

MILANO – Prestazione sufficiente per l’arbitro Marco Guida di Torre Annunziata ieri nel derby di Tim Cup tra Milan e Inter. Pochi gli errori del direttore di gara campano che anche grazie all’aiuto del VAR è riuscito a uscire indenne dalle critiche. In questo articolo andiamo ad analizzare ogni singolo episodio del match.

Tim Cup, la moviola di Milan-Inter

Nel primo tempo l’Inter ha trovato il gol con Perišic, che sugli sviluppi di un corner ha rimesso la palla in mezzo con un tiro-cross che Antonio Donnarumma devia in porta. Massa dal VAR rivede l’azione e annulla tutto per fuorigioco (giusto) di Ranocchia che stazionava davanti al portiere. Durante la gara sono stati richiesti un rigore per parte: la mano di Bonucci era attaccata al corpo, giusto lasciare proseguire mentre Ranocchia l’ha presa con il petto. Corretto non fischiare neanche i contatti tra Kalinic e Cancelo e tra Cutrone e Ranocchia. Netta la simulazione di Locatelli mentre regolare la rete di Cutrone, tenuto in gioco da Cancelo. L’unica decisione dubbia è il duro intervento di Škriniar su Kalinic: arriva il giallo ma il fallo era da arancione.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
calcio ivm milan milan-inter

ultimo aggiornamento: 28-12-2017


Adriano Galliani: “Milan, quanti ricordi. Resto un tifoso pazzo”

Roma, Daniele De Rossi: “Vogliamo raggiungere la Juve. Totti? Manca in campo”