Le toghe rosse attaccano Salvini e Di Maio. Nel mirino dei magistrati il dl sicurezza, la legittima difesa e il reddito di cittadinanza.

ROMA – Nuovo scontro tra la magistratura e il governo. A margine del congresso di Magistratura democratica Mariarosa Guglielmi attacca durante i leader della maggioranza giallo-verde: “Salvini e Di Maio – riporta Il Giornaleportano il Paese verso un nuovo assetto normativo e culturale fortemente regressivo per i diritti e per le garanzie e verso una manomissione dei principi dello Stato di diritto che priva la giurisdizione del suo ruolo di garanzia e di terzietà“.

In pochi mesi – sottolinea il giudice – il nostro Paese è cambiato. La Lega ha intercettato il risentimento e gli ha offerto un bersaglio, un nemico, rappresentato dallo straniero“.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Matteo Salvini
Matteo Salvini (fonte foto: https://www.facebook.com/salviniofficial)

La magistratura attacca Matteo Salvini: “Il suo trasformismo può scendere a compromessi sulla pelle dei migranti”

Dalla magistratura dure parole nei confronti di Matteo Salvini: “Con il suo inesauribile trasformismo – sottolineano – può scendere compromessi persino sulla pelle dei migranti abbandonati al loro destino in mare. Con la chiusura dei porti e la messa al bando delle ONG si è consumata una violazione senza precedenti degli obblighi giudici e morali di soccorso e di accoglienza, che derivano dal diritto nazionale e di internazionale“.

Nel mirino dei giudici anche la legittima difesa dove secondo Mariarosa Guglielmi “viene sovvertito il sistema della nostra Costituzione“. Critiche anche a Luigi Di Maio per il reddito di cittadinanza. Conclusione finale sugli ultimi attacchi da parte del governo: “Vi è un attacco mirato a singoli magistrati per screditarne l’operato ed offrirli alla gogna pubblica dei social, con continui tentativi di delegittimare l’intervento giudiziario“.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/salviniofficial/


Il fotografo Toscani attacca Salvini: è il nemico dell’Italia

L’ONU sui migranti: l’Italia viola i diritti umani e non rispetta gli obblighi internazionali