Tomba, Vittorio Emanuele: tra burocrazia e rispetto delle tradizioni di Casa Savoia
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Tomba, Vittorio Emanuele: tra burocrazia e rispetto delle tradizioni di Casa Savoia

Vittorio Emanuele di Savoia

Dettagli sulla sepoltura di Vittorio Emanuele di Savoia, tra burocrazia, tradizione, l’impatto sulla famiglia reale e il patrimonio storico.

La notizia sulla mancata sepoltura di Vittorio Emanuele, ex principe di Savoia, ha sollevato un polverone mediatico e burocratico, svelando le complessità che la nobiltà affronta persino nell’atto più definitivo e personale: la sepoltura. A più di tre mesi dalla sua morte, il corpo di Vittorio Emanuele non ha ancora trovato riposo nella Cripta reale di Superga, nonostante le chiare intenzioni di Casa Savoia, come riportato da LiberoQuotidiano.it.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Valle d'Aosta - Castel Savoia
Valle d’Aosta – Castel Savoia

L’incertezza sulla sepoltura: un nodo burocratico da sciogliere

Emanuele Filiberto, figlio di Vittorio Emanuele, ha confermato che il desiderio della famiglia è quello di rispettare la tradizione, seppellendo il principe nella Cripta reale. Tuttavia, la Sovrintendenza ai Beni Culturali non ha ancora rilasciato il nulla-osta per alcuni dei progetti presentati, complicando il processo. Di tre proposte avanzate, solamente una è stata respinta completamente, ma le difficoltà tecniche sollevate hanno impedito l’avanzamento immediato delle procedure, come evidenziato da LiberoQuotidiano.it.

La scelta tra rispetto del patrimonio e diritti della famiglia Savoia

La burocrazia e il rispetto delle tradizioni formano un delicato equilibrio che la famiglia Savoia deve gestire. Da una parte, vi è l’imperativo di non alterare l’architettura storica della Basilica di Superga, un patrimonio nazionale custodito gelosamente. Dall’altra, emerge il diritto della famiglia di onorare il proprio caro secondo le consuetudini che hanno caratterizzato la storia della dinastia.

Le decisioni finali riguarderanno non solo la scelta del progetto ma anche la gestione delle tempistiche, con la Sovrintendenza che dovrà valutare ulteriormente le opzioni rimanenti. Emanuele Filiberto sottolinea che il percorso burocraticoè lungo e uguale per tutti“, un promemoria che persino una famiglia reale non è esente dalle leggi che regolano il patrimonio culturale, come riporta LiberoQuotidiano.it.

Il rispetto delle normative vigenti è fondamentale, ma la famiglia Savoia sottolinea l’importanza del diritto a decidere le modalità di sepoltura. Un principio che riconosce l’uguaglianza di tutti di fronte alla legge. La tumulazione di Vittorio Emanuele segue quindi un iter complesso che intreccia questioni di dignità personale e familiare con la tutela del patrimonio storico italiano, dettagli che sono stati esaminati anche da LiberoQuotidiano.it.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 12 Maggio 2024 14:12

Quando l’arte incontra la tecnologia: il portale che collega New York a Dublino

nl pixel