Sapevate che con Word è possibile tradurre documenti in inglese? Ecco come fare ad ad avere il vostro documento in un’altra lingua.

Come ormai dovremmo sapere, i programmi del pacchetto Office nascondono molte funzioni “nascoste”, cioè poco note, che si rivelano utilissime. Come quella che ci permette di tradurre documenti in inglese o nelle altre lingue senza nemmeno uscire dal programma. In pratica, le versioni più recenti di Word comprendono al loro interno un sistema di traduzione che si appoggia al motore online di Microsoft Translator e che ci permettono di tradurre direttamente dall’interno del programma, saltando tutti i passaggi scomodi che richiederebbe l’uso di un servizio esterno via browser.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Come tradurre i documenti con Word in inglese

La prima cosa che dobbiamo fare è aprire il documento che vogliamo tradurre in inglese (o nelle altre lingue), poi spostarci nella scheda revisione. Qui cerchiamo la funzione traduci. Questa ci offre due modalità: traduci sezione e traduci documento. Per ora proviamo la prima.

In questo caso la funzione di traduzione avvia una barra laterale e tenta di rilevare la lingua del testo originale. Volendo possiamo cambiare sia la lingua di origine sia quella di destinazione.

Usando i comandi di navigazione possiamo vedere il testo tradotto ed eventualmente effettuare qualche modifica. Se tutto ci convince possiamo fare click su inserisci per spostarlo nel documento che abbiamo aperto. Attenzione: quando scegliamo di inserire il testo, questo sostituirà quello nella lingua originale.

Tradurre file di testo in inglese

Se invece di una sola parte vogliamo tradurre l’intero documento, le cose sono ancora più semplici: riapriamo la scheda Revisione, selezioniamo traduci e poi traduci documento. In questo caso Word creerà automaticamente una copia tradotta del documento originale, senza intaccarlo o modificarlo.

tradurre documenti in inglese

Funzionamento rapido e risultato accettabile

Naturalmente, trattandosi di un sistema di traduzione automatica è sempre bene controllare la validità del testo che il sistema ci propone ma mediamente, quando si tratta di lingue molto diffuse come inglese, francese, spagnolo e così via, il risultato è più che accettabile, anche se ovviamente non al livello di una traduzione professionale. Inoltre la funzione di rilevamento automatico della lingua di origine ci può essere di aiuto anche quando non dobbiamo tradurre documenti in inglese, ma cercare di capire il significato di un documento in una lingua sconosciuta.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 07-02-2022


Office Gratis, tutte le soluzioni per l’ufficio a costo zero!

Sms truffa: attenzione a quello che svuota il conto corrente