Quali sono le regole per trasportare gli animali in auto? Esiste una normativa che bisogna seguire: ecco cosa bisogna sapere.

Avere un animale domestico comporta gioie ma anche tante responsabilità e regole da seguire. Alcune di queste sono legate ai viaggi in macchina, perché esiste una normativa ben specifica che regola il trasportare gli animali in auto. Ma prima di tutto esiste il buon senso e alcuni accorgimenti che esulano dalle regole formali del Codice della Strada che permettono di fare un viaggio confortevole in compagnia dei nostri amici a quattro zampe. Scopriamo tutto quello che c’è da sapere sull’argomento.

Norme per trasporto animali in auto: quali sono?

La normativa del trasporto di animali in auto la si ritrova direttamente nel Codice della Strada. Si trova nello specifico nell’articolo 169 che regola il trasporto di animali in macchina, e che titola “Trasporto di persone, animali e oggetti sui veicoli a motore”. La parte relativa agli animali domestici si trova al punto 6, che dice:

Sui veicoli diversi da quelli autorizzati a norma dell’art. 38 del decreto del Presidente della Repubblica 8 febbraio 1954, n. 320, e’ vietato il trasporto di animali domestici in numero superiore a uno e comunque in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida. E’ consentito il trasporto di soli animali domestici, anche in numero superiore, purché custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo che, se installati in via permanente, devono essere autorizzati dal competente ufficio competente del Dipartimento per i trasporti terrestri“.

Come già detto, oltre a seguire la legge (che in caso contrario prevede multe che vanno da 68,50 a 275,10 euro, e la decurtazione di un 1 punto dalla patente), bisogna avere anche il buon senso di viaggiare in sicurezza, sia del guidatore e dei passeggeri sia dei cani e gatti.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Trasportare animali in auto
Trasportare animali in auto

Gatti e cani in auto: come trasportarli

Per entrare nello specifico, nella maggioranza dei casi si tende a trasportare cani e gatti in auto più che altri animali. Esistono tre modalità differenti che rientrano nella normativa.

  • Il trasportino. Questo sistema è molto utile per i gatti e cani di taglia piccola. Esso permette di viaggiare in sicurezza, e anche in caso di incidente assicura una buona protezione all’animale. Chiaramente bisogna abituare gradualmente l’animale a stare chiuso per un tempo limitato dentro questo contenitore, ma con il tempo i risultato è assicurato.
  • La cintura di sicurezza per cani. Si tratta di una speciale imbragatura, acquistabile nei negozi per animali, che si attacca in tre punti delle cinture di sicurezza che sono normalmente presenti e installate su un’auto. Bisogna stare attenti però perché a seconda della stazza del cane ci andranno imbragature differenti.
  • Rete divisoria. Infine il terzo modo è quello di installare una rete divisoria tra i sedili posteriori e il vano del bagagliaio. Il cane in particolare avrà il suo spazio distinto e non potrà “sconfinare” nelle altre parti dell’abitacolo dove sono presenti i passeggeri. È più facile che il cane si abitui a stare nel vano posteriore dell’auto, ma comunque c’è sempre bisogno di un periodo di adattamento graduale che veda l’animale entrare nell’abitacolo, magari in un primo momento a motore spento. Successivamente si può far partire l’auto e compiere piccolo tragitti e vedere la reazione del cane. Questa è una delle soluzioni più usate per il trasporto dei cani in macchina!

Trasporto cane in auto: consigli finali

Dopo aver spiegato come fare a trasportare gli animali in auto, ecco ancora alcuni consigli per evitare spiacevoli inconvenienti lungo il vostro viaggio.

La sicurezza è fondamentale, quindi è sempre bene attenersi alle normative ufficiali. Non c’è bisogno sempre di adattare la vostra auto alle esigenze del vostro animali domestico, anche se un minimo è necessario. Ma dovrete essere bravi ad abituare e ad addestrare il vostro animale a prendere confidenza con l’ambiente della vostra auto. Un consiglio è quello di tenerlo a digiuno per evitare che si senta male.

Un altro accorgimento è quello di portare con voi una ciotola con dell’acqua perché si disseti durante il tragitto (che in questo caso sarà abbastanza lungo). Bisogna infine evitare di far sporgere la testa del cane fuori dal finestrino, perché questo potrebbe dar luogo a spiacevoli otiti. La soluzione è lasciare una piccola sporgenza nel finestrino per il ricircolo dell’aria.


Ita, varato l’aumento di capitale da 700 milioni

Formula 1, la conferenza stampa dei piloti del GP d’Ungheria