Tre senatori M5s passano alla Lega. L’accordo sul Salva-Stati spacca il MoVimento. Salvini gongola e si prepara ad accogliere nuovi esponenti.

ROMA – Tre senatori M5s passano alla Lega. Dopo il via libera della maggioranza sul Salva-Stati, la discussione tra gli esponenti grillini è diventata molto accesa. Il primo a ufficializzare il suo trasferimento al Carroccio è Grassi, seguito nel giro di poche ore da Urraro e Lucidi.

Il leader del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio si è scagliato contro la la Lega per il commercio di senatori.

Senato M5s
fonte foto https://twitter.com/antoniomisiani

Grassi passa alla Lega, “Porte aperte a chi non è succube del Pd”

Nella mattinata del 12 dicembre Grassi ha confermato il suo passaggio alla Lega di Matteo Salvini.

“Il punto e’ che il mio dissenso non nasce da un mio cambiamento di opinioni, bensì dalla determinazione dei vertici del Movimento di guidare il paese con la granitica convinzione di essere i depositari del vero e di poter assumere ogni decisione in totale solitudine. Gli effetti di questo modo di procedere sono così gravi ed evidenti (a chi vuol vedere) da non dover neppure essere esposti. Basti l’esempio della gestione dell’ex ilva per dar conto dell’assenza di una programmazione nella gestione delle crisi. Oggi, forte di una reciproca stima costruita nei mesi appena trascorsi, la Lega, Partito sardo d’azione – Salvini premier mi offre, a fronte di un evidente fallimento della mia iniziale esperienza, una seconda opportunità per raggiungere quegli obiettivi”.

La notizia arriva direttamente dalla Lega che ha condiviso una nota ufficiale dando il benvenuto al nuovo senatore.

“Diamo il benvenuto al senatore Grassi. Porte aperte per chi, con coerenza, competenza e serietà, ha idee positive per l’Italia e non è succube del Pd. Su riforma ed efficienza della giustizia e rilancio delle università italiane, col senatore Grassi lavoreremo bene”.

Senato
Senato

Ira di Di Maio, “Ci dicano quanto costa un senatore al chilo”

Immediata la reazione di Luigi Di Maio che ha attaccato il senatore uscente e il partito di Matteo Salvini.

“Se queste persone vogliono lasciare il M5S perché pensano che non ne avranno abbastanza potere, allora passino alla Lega ma non raccontino balle ai cittadini. Il tema del loro addio non è il Mes, gli hanno promesso qualcosa, un seggio o altro. Dicano quanto costa al kg un senatore per la Lega. Questa è la solita dinamica dei voltagabbana degli ultimi 20 anni e che noi, come M5S, abbiamo sempre combattuto”.

“Se ci sono senatori come Grassi, che è appena passato alla Lega evitino di utilizzare una cosa non vera come il Mes: consegnino una bella lettera al presidente del Senato e dicano semplicemente che vogliono cambiare casacca e tradire il mandato che i cittadini gli hanno dato. Non c’è nulla di male. Ma vadano a casa, altrimenti a quella lettera alleghino anche un listino prezzi sul mercato delle vacche“.

Luigi Di Maio
Luigi Di Maio

Chi sono gli esponenti M5s passati alla Lega

Francesco Urraro e Stefano Lucidi. Sono questi gli altri due senatori che hanno deciso di separarsi dal Movimento 5 Stelle e passare alla Lega. Una scelta che fa ‘gongolare’ Matteo Salvini, pronto a dare il benvenuto ai tre senatori che rafforzano la presenza del partito di via Bellerio a Palazzo Madama.

La separazione era nell’aria da diverso tempo vista la posizione completamente diversa dei tre rispetto al M5s. Nessun annuncio ufficiale per il momento ma il comunicato potrebbe arrivare nelle prossime ore.

Altri due a rischio?

Le defezioni in maggioranza, però, non sembrano essere finiti qui. Altri due, infatti, sarebbero pronti a dire addio al M5s e sposare un nuovo progetto. Si tratta di Luigi Di Marzio e Gianluigi Paragone. Il futuro del primo continua ad essere un mistero mentre il secondo sembra essere pronto a trasferirsi alla Lega.

L’attuale senatore pentastellato non ha mai nascosto la sua contrarietà all’accordo con il PD. Per lui, quindi, si potrebbero aprire le porte di via Bellerio con il M5s che inizia a perdere dei pezzi importanti per il futuro di questo governo.

fonte foto copertina https://twitter.com/antoniomisiani

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
evidenza lega m5s News politica primo piano salva stati

ultimo aggiornamento: 12-12-2019


Fondazione Open, Renzi all’attacco: “Violato il segreto d’ufficio”

De Micheli, “Salvini incavolato perché facciamo quello che lui non è riuscito a fare”