Nuovo digitale terrestre, Tv: cosa cambia dal 20 ottobre 2021: quali canali si vedranno nel nuovo formato e come sapere se il televisore funziona oppure no.

Il 20 ottobre è un giorno destinato a rimanere nella storia: si tratta infatti del giorno nel quale inizia il passaggio al nuovo digitale terrestre, che porterà ad una piccola grande rivoluzione nel mondo della televisione. Non siamo ai livelli del passaggio della tv dal bianco e nero a colori, ma siamo di comunque di fronte ad una nuova tappa del progresso. Ma esattamente, per quanto riguarda la tv, cosa cambia dal 20 ottobre?

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Tv, cosa cambia dal 20 ottobre?

Dal 20 ottobre inizia la trasmissione di alcuni canali in Mpeg-4. In poche parole si tratta della trasmissione in un formato video differente da quello attuale. Un formato video non supportato da tutti gli apparecchi. I televisori più datati dovranno essere cambiati o dovremo procedere con l’acquisto di un decoder esterno da collegare all’apparecchio.

Tv
Tv

Quali canali si vedranno dal 20 ottobre?

Nella prima fase del passaggio al nuovo digitale terrestre, RAI e Mediaset hanno comunicato la lista dei primi canali che saranno trasmessi solo nel nuovo formato. Quindi, nel caso in cui il nostro televisore non supportasse il nuovo formato video, non potremmo più vederli. Se il nostro apparecchio invece supporta il nuovo formato allora non ci saranno cambiamenti lato utente. Cambierà solo la qualità della trasmissione, che sarà migliore rispetto a quella pre-20 ottobre.

I canali RAI che dal 20 ottobre sono trasmessi solo in formato Mpeg-4 sono Rai 4, Rai 5, Rai Movie, Rai Yoyo, Rai Sport+ HD, Rai Storia, Rai Gulp, Rai Premium e Rai Scuola. I canali Mediaset che dal 20 ottobre si vedono nel nuovo formato sono TGCOM24, Mediaset Italia 2, Boing Plus, Radio 105, R101 TV e Virgin Radio TV.

Logo Rai
Logo Rai

Come capire se la tv funziona anche dopo il 20 ottobre e chi deve cambiarla

Come anticipato, non tutti gli apparecchi sono in grado di riprodurre il nuovo formato. Per alcune persone sarà necessario cambiare apparecchio o procedere con l’acquisto di un decoder esterno da collegare alla tv.

Per sapere se bisogna cambiare tv o se il nostro apparecchio supporta la rivoluzione basta un semplice test. Se abbiamo a portata di mano il manuale del televisore possiamo controllare sul libretto se l’apparecchio supporta la codifica Mpeg-4.

Se non avete il manuale a portata di mano non dannatevi. Basterà accendere il televisore e sintonizzarsi sui canali da 501 in poi. Si tratta dei canali trasmessi in HD prima del 20 ottobre. Se vedete questi canali allora non ci sono problemi.

In un primo momento il consiglio era quello di sintonizzarsi sui canali test, ossia 100 e 200: qui doveva comparire la scritta Test HEVC Main 10. I televisori che mostrano questa scritta supportano il nuovo formato di trasmissione.

Per informazioni sul bonus tv o decoder è possibile consultare la sezione dedicata sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 20-10-2021


Elon Musk vende la sua villa in California

Tampon tax, in Italia l’Iva cala al 10 per cento. La situazione in Europa