Il Parlamento europeo, in una relazione approvata con 504 voti a favore, chiede ai Paesi di rispondere in caso di attacco nucleare.

E’ probabile che la Russia possa condurre un attacco nucleare contro l’Ucraina. A sollevare la questione, gli ultimi discorsi del presidente Putin e l’avvistamento del treno nucleare diretto verso il territorio ucraino. Il Parlamento chiede ai Paesi europei di prepararsi a questa possibilità, munendosi degli giusti strumenti per rispondere al nuovo attacco.

Energia nucleare
Energia nucleare

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Un possibile attacco nucleare

“Le recenti minacce russe di usare armi nucleari sono irresponsabili e pericolose”, avvertono i deputati. In caso si concretizzasse la possibilità di un attacco nucleare da parte della Russia, l’Unione europea è invitata a prepararsi a rispondere. E’ quanto dichiara il Parlamento europeo in una relazione sull’escalation russa in Ucraina approvata con 504 voti a favore, 26 contrari e 36 astensioni.

I Paesi Ue e i partner internazionali vengono raccomandati a prepararsi alla probabilità che la Russia conduca una guerra nucleare contro l’Ucraina, e in caso dovesse avvenire realmente, sarà necessario preparare una “risposta rapida e decisiva” .

“Qualsiasi tentativo da parte della Russia di presentare gli attacchi ai territori occupati come un attacco alla Russia stessa, e quindi come motivo per un attacco nucleare, è illegale e privo di fondamento e non dissuaderà l’Unione Europea dal fornire ulteriore assistenza all’autodifesa dell’Ucraina”, dichiarano i deputati.

La relazione del Parlamento

Nella sua relazione, il Parlamento esorta l’Ue a condannare i referendum farsa in Ucraina e il tentativo della Russia di acquisire territorio con la forza. Sono previste anche una serie di altre misure, tra cui l’aumento dell’assistenza militare all’Ucraina attraverso l’istituzione di un tribunale ad hoc per i crimini di guerra compiuti in questi mesi.

Viene condannata inoltre la mobilitazione militare russa e l’obbligo per i residenti dei territori occupati dall’Ucraina a prestare servizio. Al fine di mantenere la stabilità nel Caucaso meridionale e nell’Asia centrale, i deputati chiedono inoltre un maggiore sostegno ai Paesi della regione che hanno subito un afflusso di cittadini russi.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Guerra in Ucraina

ultimo aggiornamento: 06-10-2022


Mosca, proposte trattato di pace a Baku e Yeveran

Mosca: la minaccia nucleare e il golpe per Putin