I commercianti esercenti e professionisti sarebbero obbligati, dal 30 Giugno, ad accettare pagamenti con bancomat e carte.

Dal 30 giugno scorso, scatterebbero le multe per chi non accetta pagamenti con carta di credito o bancomat. Ma anche sulle sanzioni non c’è stata molta chiarezza: parliamo della multa da 30 euro, più il 4% del valore della transazione per cui è stato rifiutato il pagamento con il Pos. Ma quando scattano precisamente le multe? In quali casi? Basta un semplice controllo o ci deve essere un rifiuto di un pagamento? In queste settimane c’era stata molta confusione al riguardo, così la Guardia di Finanza è intervenuta con una nota del capo del III Reparto Operazioni del Comando generale, Giuseppe Arbore.

L’indicazione chiave contenuta nella nota, dettaglia che la multa scatta solo nel caso in cui il consumatore si veda negata la possibilità di pagamento elettronico lato commerciante, o comunque esercente dell’attività x. In altre parole, secondo quanto affermato in nota ufficiale, se l’esercente è sprovvisto di Pos, e il cliente non chiede di poter pagare secondo questo metodo, la multa verrà risparmiata.

pagamenti elettronici nfc pos
pagamenti elettronici nfc pos

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Gli ultimi aggiornamenti al riguardo

Insomma, se nessuno chiede di pagare con carta o bancomat il rischio multa è pari a zero.

“L’indicazione dei mezzi di pagamento elettronici la cui accettazione dà luogo all’applicazione della sanzione deve ritenersi tassativa”, si legge negli aggiornamenti riportati dal Sole24Ore. Quindi “il cedente o il prestatore è sanzionabile quando non accetti pagamenti effettuati con carte di debito, di credito e prepagate e non anche con altri strumenti alternativi al contante”. Tra le altre cose viene anche sottolineato che non possono scattare sanzioni in caso di “oggettiva impossibilità tecnica”, ovvero “comprovati problemi di connettività o di malfunzionamenti tecnici dei dispositivi per l’accettazione dei pagamenti elettronici”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 13-07-2022


Quarta dose per over 60 e fragili, il piano per le Regioni italiane

Violenza sulle donne, chi sono gli autori? La risposta è sorprendente