La Mhra ha dato il via libera in Gran Bretagna al vaccino nato dalla collaborazione tra Oxford e AstraZeneca.

LONDRA – Il vaccino Oxford – AstraZeneca può essere somministrato in Gran Bretagna. L’ok è arrivato dall’Agenzia di regolamentazione dei medicinali e dei prodotti sanitari (MHRA), come riferiscono i media locali.

AstraZeneca, efficacia al 95%

L’antidoto al Covid-19 dell’azienda con sede nella capitale britannica era prossimo all’autorizzazione. Domenica scorsa, infatti, era giunta la notizia che faceva ben sperare. Pascal Soriot, amministratore delegato di AstraZeneca, aveva dichiarato che il prodotto è efficace al 95%. Si tratta dello stesso risultato raggiunto da Moderna e da Pfizer, il vaccino che dal 27 dicembre viene somministrato anche in Europa. Inoltre il vaccino di Oxford ha fatto registrare un’efficacia del 100% per quanto riguarda la prevenzione dei pazienti colpiti in forma grave.

https://www.youtube.com/watch?v=zkjnPCREQSc&ab_channel=BBC

I vantaggi del vaccino

Rispetto al prodotto di Pfizer-BioNTech, il vaccino di AstraZeneca e Oxford ha un grande vantaggio. Non ha bisogno di una catena del freddo estremo per il trasporto e la conservazione. Inoltre, questo vaccino ha un costo sensibilmente inferiore.

Il coronavirus in Gran Bretagna

Nel Regno Unito si corre verso la vaccinazione di massa per “tenere il passo” con i contagi: ieri, 29 dicembre, record con oltre 53 mila casi positivi che portato il totale a 2,38 milioni dall’inizio della pandemia. I decessi sono 71.567.

L’approvazione del vaccino AstraZeneca in Europa

Come per Pfizer, la Gran Bretagna anticipa l’Europa. Solo nella giornata del 29 dicembre, infatti, l’Ema, l’Agenzia europea del Farmaco, aveva fatto sapere che l’approvazione del vaccino di AstraZenaca con ogni probabilità non sarebbe avvenuta entro gennaio.

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
AstraZeneca Gran Bretagna oxford vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 30-12-2020


Il Covid ‘solo’ un campanello d’allarme, potrebbero esserci pandemie peggiori

Vaccino Covid, arrivate le 470mila dosi Pfizer