Covid, il vaccino è già disponibile sul mercato nero della rete. Inizia la corsa all’oro liquido del 2021.

I vaccini contro il Covid sono già in vendita sul mercato nero. La scoperta è stata fatta da un gruppo di hacker contattati dall’Agi, che ha quindi il grande merito di portare alla luce una falla incredibile. I vaccini, che ancora non sono disponibili sui canali ufficiali, sono già in vendita sul mercato nero a costi elevatissimi e ovviamente senza garanzie

Covid, il vaccino è già disponibile sul mercato nero

La ricerca dei cosiddetti hacker buoni è stata fatta sul cosiddetto dark web. Una giungla pericolosissima nella quale si trova di tutto. Anche i primi vaccini contro il coronavirus.

La buona notizia è che il dark web non è propriamente a portata di tutti. Accedervi non è cosa difficile, ma per muoversi all’interno di questo mare scuro bisogna avere discrete conoscenze informatiche.

Vaccino coronavirus
Vaccino coronavirus

Il dark web durante l’emergenza coronavirus

Dispiace ma non sorprende che i vaccini già circolino sulla rete. Nel corso dell’emergenza coronavirus il dark web ha messo a disposizione di tutto, anche i farmaci non ancora approvati o addirittura vietati. I vaccini in vendita sul mercato nero digitale sono quelli di Pfizer, i primi entrati in commercio e quindi più facili da reperire.

Sempre secondo quanto riferito dall’Agi, sul mercato nero della rete si vendono anche attestati di positività e negatività ovviamente falsi. Alla modica cifra di 1.000 euro.

L’oro liquido del vaccino 2021

L’Interpol da tempo ha lanciato l’allarme sul vaccino contro il coronavirus, che rappresenta il vero oro liquido del 2021. Non sorprende neanche che il vaccino Pfizer arrivato in Italia abbia viaggiato coperto da protocolli di sicurezza e scortato dagli uomini delle Forze dell’Ordine.

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
coronavirus cronaca economia

ultimo aggiornamento: 26-12-2020


Gerald Ford, il 38° presidente degli Stati Uniti

Camper esplode a Nashville. La polizia: “Atto intenzionale”