Vaccino Covid, quali sono i rischi per le donne in gravidanza e i soggetti che soffrono di allergie. Cosa bisogna sapere.

Avviata la campagna di vaccinazione, molti si interrogano su quelli che sono i rischi legati al vaccino contro il Covid che in Italia, è bene ricordarlo, non è obbligatorio. Proprio perché nel nostro Paese la vaccinazione è su base volontaria è bene avere le idee chiare soprattutto per non lasciarsi influenzare dalle notizie prive di fondamento. Per uscire dall’emergenza, infatti, è necessario raggiungere l’ormai famigerata immunità di gregge.

Tradotto in termini pratici, per raggiungere l’immunità di gregge e uscire dall’incubo del coronavirus deve vaccinarsi l’ottanta per cento circa della popolazione. Ma è anche vero che i primi vaccini sono accompagnati da un certo scetticismo. I prodotti attualmente in circolazione sono stati sviluppati e approvati in tempi brevi, anzi brevissimi, e molti temono che i controlli siano stati meno serrati.

Vaccini
Vaccini

Vaccino Covid, i rischi

In realtà le autorità sanitarie competenti hanno assicurato che i controlli sui vaccini contro il Covid sono stati e saranno scrupolosi. Ovviamente qualche rischio esiste, ma ogni vaccinazione porta con sé un minimo margine di rischio. Proviamo a fare il punto su quello che sappiamo sui vaccini contro il Covid, tenendo presente che al 30 dicembre 2020 l’unico prodotto approvato e somministrato in Europa è quello di Pfizer-BioNTech.

Vaccino Covid e gravidanza: ci sono controindicazioni?

Le donne in gravidanza o in fase di allattamento devono consultarsi con il proprio medico curante e per maggiori informazioni con il ginecologo. Siamo infatti in una zona grigia della ricerca, in quanto i test non possono essere condotti su persone che rientrano in fasce di rischio. Come le donne in dolce attesa, ad esempio. Quindi non ci sono dati concreti specifici. Gli unici a disposizione sono quelli che arrivano dai test sugli animali. La vaccinazione per le donne in gravidanza è autorizzato dal punto di vista formale, ma l’Aifa riconosce che durante la gravidanza e l’allattamento i rischi sono più elevati. Quindi la decisione spetta al singolo soggetto, invitato caldamente a consultarsi con il medico.

Vaccino
Vaccino

Le allergie

Il vaccino Pfizer ha avuto effetti collaterali lievi in soggetti che soffrono in modo serio di allergie. Questo perché il vaccino, come ogni altro vaccino, può causare delle reazioni allergiche. Ovviamente in soggetti allergici la reazione potrebbe essere amplificata. Anche in questo caso la vaccinazione è autorizzata ma devono essere pronti i farmaci per contrastare eventuali reazioni allergiche. I soggetti allergici devono inoltre restare sotto osservazione per venti minuti circa.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 02-01-2021


Ernesto Gismondi morto, il fondatore di Artemide aveva 89 anni

Coronavirus, la vaccinazione in Europa procede a rilento. In Germania lotteria nelle case di riposo