Il vademecum dei presidi in vista della ripresa della scuola: banchi, distanza tra gli alunni e mascherine. I nodi da sciogliere.

I presidi presentano il vademecum in vista della riapertura della scuola prevista per settembre. A poche settimane dalla prima campanella dell’anno i dirigenti scolastici evidenziano quelli che sono i problemi ancora non risolti.

Coronavirus, la riapertura della scuola: il vademecum dei presidi

In occasione della presentazione del vademecum per i presidi, stilato dall’Anp, il presidente Giannelli ha parlato di quelle che sono le condizioni poste dai dirigenti scolastici in vista della riapertura delle scuole.

I dirigenti scolastici chiedono risorse adeguate per organizzare e gestire al meglio il rientro a scuola in sicurezza: servono locali, banchi monoposto e un ampliamente dell’organico“, ha dichiarato il presidente dell’Anp.

“Non si devono vanificare gli enormi sforzi profusi dai presidi, dai loro collaboratori, dal Ministero e dai suoi uffici territoriali, dagli enti locali affinché la ripartenza avvenga per tutti nella massima sicurezza”.

Di seguito il testo completo del vademecum dei presidi in vista della riapertura della scuola.

Le responsabilità penali in caso di malattia

Intervenuto ai microfoni dell’Ansa, Antonello Giannelli, presidente dell’Associazione Nazionale Presidi, ha sollevato il tema della responsabilità penale in caso di malattia.

“Abbiamo chiesto prima della riapertura delle scuole di rivedere la responsabilità penale imputabile ai dirigenti scolastici in relazione alla sicurezza sugli ambienti di lavoro. Il covid è equiparato a un incidente sul lavoro. Se il dirigente scolastico attua il protocollo sanitario allora non gli si deve imputare nulla […]. Non parliamo di scudo penale perché quello fa riferimento a soggetti che hanno commesso reati, e i presidi non sono delinquenti o malfattori”.

Scarica QUI il Decreto Agosto.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
cronaca evidenza politica primo piano scuola Ultima Ora

ultimo aggiornamento: 17-08-2020


La Cina approva il vaccino contro il coronavirus. Come funziona

Coronavirus, Mattarella: “Il Paese ha dato prova di energie morali e civili”