Tragedia nella serata del 1° agosto a Velletri. Un operaio albanese e il suo vicino hanno perso la vita dopo aver preso una scarica elettrica.

VELLETRI (ROMA) – Una tragedia ha scosso la serata di ieri, 1° agosto, a Velletri. Un operaio albanese di 48 anni e il suo vicino hanno perso la vita per una scarica elettrica. Il muratore aveva finito di montare l’impalcatura sulla facciata della casa per dei lavori che sarebbero dovuti iniziare il giorno dopo. L’uomo, però, ha perso la vita a causa di una forte scossa del lampione che era molto vicino all’impalcatura.

Un vicino romano di 56 anni è intervenuto immediatamente per cercare di salvargli la vita, ma l’aiuto si è rivelato fatale visto anche lui è morto.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Carabinieri
fonte foto fonte foto https://twitter.com/MediasetTgcom24

Tragedia a Velletri, due morti per scarica elettrica

Sul posto sono intervenuti i carabinieri e il personale del 118 che ha constatato la morte delle due persone. I corpi sono stati trovati da una persona si passaggio che ha chiamato immediatamente i soccorsi. La prima ricostruzione fatta dagli inquirenti parla di una scossa elettrica fatale per i due ma una dinamica più precisa potrà essere fatta solamente al termine dei rilievi.

Stando agli investigatori, l’operaio albanese aveva appena finito di montare l’impalcatura quando è stato colpito da questa scossa che dovrebbe essere partita da un lampione. In aiuto del 48enne è intervenuto un suo vicino ma anche lui è rimasto vittima di questa scarica che è stata fatale per entrambi. I lavori che dovevano iniziare oggi sulla facciata dell’abitazione di una vittima erano regolarmente autorizzati.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/carabinieri.it/


Maltempo in Italia: ponte crollato a Cortina per una bomba d’acqua

Rho, violenza su una diciassettenne: arrestato il colpevole