Zanetti parla alla vigilia della sfida contro il Genoa, ecco le parole del tecnico del Venezia. Discute sui singoli.

Ecco le parole del tecnico del Venezia, Paolo Zanetti parla così: “Penso che ogni partita abbia la sua storia, abbiamo sempre un’identità chiara, che però va al di là del sistema di gioco, altrimenti cambiando in corsa non faremmo meglio.”

“Più che sistema ho cambiato principi domenica, anziché coprire spazio siamo andati su tutti gli uomini, mettendoci a specchio con lo stile del Torino, nell’altro modo non riuscivamo a coprire bene il campo perché il Torino aggredisce tutti i tuoi uomini.”

Aggiunge: “L’esigenza di quella gara è diventata un’altra, con il Genoa potrebbe non esserci la stessa esigenza, come ho sempre detto la cosa più importante è la nostra identità, domenica abbiamo cambiato mentalità, non solo sistema.”

Pallone Serie A
Pallone Serie A

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Continua la conferenza Paolo Zanetti

Così l’allenatore del Venezia su Nani: “Sono in ballottaggio e deciderò domani chi gioca. Sono entrambi in crescita, Nani l’ho visto ultimamente più brillante, Johnsen ha dimostrato di lottare per la maglia e voler giocare, sicuramente ci sarà una staffetta tra i due, devo valutare chi inizia e chi entra in corsa”.

Aggiunge: “Nsame penso sia al 60% e credo che già così ci possa dare una mano, quando è entrato ha tenuto bene la palla, non è lontanissimo dalla forma migliore ma gli serve ancora un po’ di tempo, ogni allenamento migliora, quindi non è molto lontano. Sicuramente sarà un giocatore tutto da scoprire e che può darci una grossa mano.”

Sul nuovo Mateju: “Sì c’è ma diamogli tempo, ha fatto dieci giorni a letto, gli servirà un po’ di tempo per smaltire.” Conclude così “Sigurdsson è in Islanda, è un problema fisico che ha già avuto in passato ed è andato da chi lo aveva già curato. Kiyine è ancora indisponibile”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

calcio news

ultimo aggiornamento: 19-02-2022


Chi è Stephen Pagliuca: dai Boston Celtics all’Atalanta passando per Bain Capital

Serie A, Salernitana-Milan 2-2, Nicola ferma la capolista. La Sampdoria batte l’Empoli, pari tra Roma e Verona