Verona-Milan, Gennaro Gattuso: “Non sono Padre Pio…”

Serie A TIM, Verona-Milan: le dichiarazioni di Gennaro Gattuso nel post-partita.

chiudi

Caricamento Player...

Le dichiarazioni di Gennaro Gattuso dopo la dura sconfitta in casa del Verona, con i rossoneri sconfitti per 3-0: “Siamo partiti molto bene, per 25′ abbiamo creato tanto, poi alla prima occasione abbiamo preso gol. Abbiamo fatto fatica a reagire ma il risultato è bugiardo. Bisogna chiedere scusa, bisogna metterci la faccia. Poca serenità a Milanello? Noi pensiamo al campo, delle difficoltà se ne occupa la dirigenza. Non bisogna cercare alibi, a livello economico ai giocatori non manca nulla. Si gioca benino ma siamo troppo facili“.

La scossa di Gattuso – Non basta solo il carattere. Io non sono un Santo, il Padre Pio dei miracoli. Se vuoi migliorare a livello fisico e di mentalità ci vuole del tempo. In questo momento mi preoccupa l’aspetto mentale. Oggi davamo la sensazione di poter segnare da un momento all’altro, dopo il 25′ tutto questo è cambiato. Se prima non ci fossero stati dei problemi non mi avrebbero dato questa possibilità“.

I tempi del Milan di Gattuso – Se prendiamo i singoli giocatori la squadra vale molti più punti di quelli che ha adesso, ma i giocatori vanno messi insieme. Le chiacchiere stanno a zero, bisogna guardarsi in faccia, lavorare e lavorare tanto“.

Tanti tiri in porta – Se non sbaglio i tiri sono trenta, non venticinque, ma questa è la dimostrazione che non basta. Bisogna lavorare bene anche in difesa e in fase di transizione, abbiamo dato troppo campo agli avversari“.

Negli spogliatoi – Per me è meglio parlare a bocce fredde altrimenti si fanno danni“.