Vertice Nato, il ministro Crosetto: "La sicurezza è messa in pericolo dalle autocrazie"
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Vertice Nato, il ministro Crosetto: “La sicurezza è messa in pericolo dalle autocrazie”

Guido Crosetto

Il ministro della Difesa Guido Crosetto, al vertice Nato di Washington, denuncia le autocrazie che minacciano la sicurezza mondiale.

Il ministro della Difesa, Guido Crosetto, ha partecipato al vertice della Nato a Washington, in occasione del 75esimo anniversario della fondazione dell’Alleanza Atlantica.

Decreto Salva Casa: ecco tutte le modifiche che potrai apportare alla tua abitazione

Durante il suo intervento, il ministro italiano ha evidenziato come la sicurezza mondiale: “messa in pericolo da alcune autocrazie“, che non rispettano il diritto internazionale.

Inoltre, parlato della necessità di rafforzare la Nato e la sua capacità di difendere i valori della democrazia e del dialogo.

Guido Crosetto
Guido Crosetto

Crosetto attacca le autocrazie: il discorso ai vertici della Nato

Intervenendo davanti ai giornalisti, come riportato da Fanpage.it, Crosetto ha dichiarato che la sicurezza mondiale è “messa in pericolo da alcune autocrazie che ritengono che il diritto internazionale possa essere superato dal diritto della forza“.

Il ministro ha sottolineato l’importanza di una Nato forte che sappia adattarsi alle nuove sfide globali, evidenziando che i tempi futuri potrebbero essere ancora più difficili di quelli passati.

I valori della democrazia, del diritto internazionale, del dialogo, della costruzione di ponti e non della distruzione” sono questi principi devono essere difesi con determinazione.

Le priorità dell’Italia e il governo di Giorgia Meloni

Rispondendo a una domanda sugli obiettivi dell’Italia, Crosetto ha ricordato che questi sono stati espressi più volte dalla presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, anche lei presente a Washington.

C’è un importante fronte aperto a Est, nel quale l’Italia è stata uno degli attori principali negli aiuti all’Ucraina dopo l’invasione russa“, ha detto il ministro.

Ha poi aggiunto che per l’Italia e la NATO esiste anche un fronte Sud, altrettanto importante e pericoloso, che richiede un’attenzione costante.

Non possiamo accettare che il diritto della forza prevalga sul diritto internazionale. L’Italia si impegna in prima persona per rafforzare il ruolo degli organismi sovranazionali“, ha concluso.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 9 Luglio 2024 18:28

Salvini risponde a Sala: aeroporto di Malpensa intitolato a Berlusconi

nl pixel