Intervenuto in Aula, il premier Giuseppe Conte ha fatto il punto sull’accordo con la Cina per la Via della Seta: Memorandum non crea vincoli giuridici.

Intervenuto in Aula, il premier Conte ha parlato del Memorandum con la Cina assicurando le opposizioni sul fatto che non si tratterà di un accordo vincolante e che i partner naturali dell’Italia resteranno l’Europa e gli Stati Uniti.

Via della Seta, Giuseppe Conte: L’accordo non crea vincoli giuridici

Confido che il 9 aprile il nostro Memorandum con Pechino sull’iniziativa Belt and Road, una delle tante intese che verranno firmate, non desterà più grande attenzione. In questi giorni è alta l’attenzione della pubblica opinione verso i contenuti e le finalità di questo documento. Come ho avuto modo di evidenziare pubblicamente, non è un accordo internazionale e non crea vincoli giuridici“, ha dichiarato Giuseppe Conte alla Camera.

Giuseppe Conte
fonte foto https://twitter.com/Montecitorio

Se proprio volessimo definirlo, possiamo più correttamente ragionare di una ‘intesa programmatica’ che, ribadisco, pur non dando luogo a impegni giuridicamente vincolanti, delinea obiettivi, principi e modalità di collaborazione nell’ambito dell’iniziativa Belt and Road, grande progetto di connettività euroasiatica che sin dal suo lancio, nel 2013, ha attirato l’interesse dell’Italia“.

“La nostra attenzione economico-commerciale nei confronti di questa infrastruttura e della Cina è pienamente legittima. Ed è giustificata proprio alla luce dei nostri interessi nazionali”.

Migranti, il premier Giuseppe Conte sul case della nave Mare Jonio

Di fronte alle contestazioni del Partito democratico, il premier Conte ha anche affrontato la questione legata alla nave Mare Jonio, ferma al largo delle coste di Lampedusa con quasi cinquanta migranti a bordo. Il capo del governo ha chiesto di non fare strumentalizzazioni sulla vicenda e ha assicurato il suo impegno di tornare a discutere con l’Ue della gestione dei flussi migratori.


Migranti, Salvini sull’Ong: La nave dei centri sociali non entra nei porti italiani. Non siamo fessi

Migranti, la sinistra attacca in Aula: Governo di codardi, fateli sbarcare. Conte dimostri di essere il premier