Viadotti, chiusa l'A26 a Genova. L'allarme di Toti: "Come in guerra"

Viadotti, riapertura parziale dell’A26 a Genova. La Procura: “Grave stato di degrado”

Chiusa l’A26 a Genova. L’allarme del governatore Toti: “Come in guerra, intervenga Genio Militare”. Autostrade: “Speriamo di riaprire una corsia”.

GENOVA – L’allarme dei viadotti non si ferma nel nostro Paese. Nella serata di lunedì 25 novembre 2019 è stato chiusa l’A26 nei pressi di Genova per le condizioni del Pecetti e del Falbo. La decisione, presa da Autostrade, è arrivata dopo le segnalazione della Procura che sta indagando sui falsi report. Secondo quanto rivelato dai magistrati, nei documenti ufficiali venivano indicate valutazioni che non corrispondevano alla realtà con le condizioni assai peggiori di quelle ufficializzate e inviate al Mit.

L’allarme di Toti: “Come in guerra”

Una città isolata quella di Genova che deve fare i conti l’emergenza viadotti. “Siamo in guerra”, ha sottolineato il governatore Toti che chiede un intervento immediato da parte di Aspi: “Ci aspettiamo che entro le prime ore di domani, Autostrade ci dia una credibile risposta sulle tempistiche di intervento per la A26, anche se speriamo di riaprire a senso unico alternato la carreggiata sud entro il fine settimana. Un intervento che non sarà risolutivo“.

La chiusura del tratto di autostrada rischia di portare diversi danni alla città di Genova: “Non possiamo stimare la cifra ma l’economia intera del Nord Ovest dipende dai nostri porti e siamo anche in vista del Natale. Non c’è categoria che oggi non sia esclusa da questo danno straordinario“.

A26
fonte foto https://twitter.com/benveduti

Autostrade: “Speriamo di riaprire una corsia”

La conferma della chiusura dell’A26 è arrivata anche da Autostrade che si è messa subito al lavoro per “riaprire almeno una corsia in direzione Nord“. Il tratto chiuso, si legge nella nota, è “riguarda anche l’allacciamento con l’autostrada A10 e lo svincolo di Masone. Tale misura viene assunta per consentire l’esecuzione di verifiche tecniche sui viadotti Fado Nord e Pecetti Sud, presenti in tale tratta“.

La riapertura sull’A26, su appello della ministra De Micheli, è avvenuta intorno alle ore 10.30. Si viaggia su una corsia per ogni senso di marcia.

Chiusa A26, la Procura di Genova: “Grave stato di degrado”

La Procura di Genova ha reso noto di aver rintracciato un grave stato di degrado lungo il tratto stradale interessato dalla chiusura.

“I nostri consulenti hanno rilevato un grave stato di degrado che consisteva in una mancanza di cemento che imponeva un controllo sicurezza immediato per pericolo di rovina”. “Per fare un esempio era come se in un balcone la soletta sottostante fosse completamente sgretolata e la parte sana solo quella piastrellata”.

fonte foto copertina https://twitter.com/benveduti

ultimo aggiornamento: 26-11-2019

X