La speaker della Camera degli Stati Uniti ha intrapreso il suo viaggio ma cancella la tappa di Taiwan.

Dopo le polemiche scatenate dall’annuncio della presidente della Camera Usa Nancy Pelosi sul suo viaggio a Taiwan, pare che la speaker abbia cambiato programmi. Oggi Pelosi ha iniziato il suo viaggio in Asia dove visiterà vari paesi asiatici tra cui Singapore e Giappone. In precedenza, aveva annunciato la volontà di fare scalo a Taiwan. Ma l’annuncio non era stato colto positivamente dalla Cina. La stessa amministrazione Biden aveva tentato di dissuaderla di compiere questo viaggio a Taipei.

L’isola di Taiwan è rivendicata dalla Cina nel suo spazio territoriale mentre gli Stati Uniti hanno preso le difese per l’indipendenza e l’autonomia di Taipei. La Cina aveva accolto il viaggio della presidente della Camera Usa come un’ennesima intromissione degli Stati Uniti nel paese. Anche la telefonata tra Biden e Xi Jinping seguita alle tensioni provocate dall’annuncio aveva ribadito l’intenzione di dissuadere la presidente dall’intraprendere questo viaggio.

Nancy Pelosi
Nancy Pelosi

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La speaker Pelosi cancella la sua tappa a Taiwan

Pelosi anche Malesia e Corea del Sud, un viaggio improntato sulla sicurezza reciproca, il partenariato economico e la governance democratica nella regione indo-pacifica. Ma questo viaggio di Nancy Pelosi è diventato un affare di stato dopo le reazioni della Cina tanto che Biden ha dichiarato che questo viaggio poteva essere evitato. Scatenando così la reazione dell’ex segretario di Stato Mike Pompeo.

«Permettere che l’America sia bullizzata dalla propaganda cinese proprio dopo che il presidente Biden ha avuto una lunga conversazione con il Xi Jinping, invierebbe un messaggio molto negativo ai nostri amici nella regione: gli australiani, i sudcoreani ed i giapponesi» ha detto l’ex segretario di Stato, attaccando Biden e la sua amministrazione per aver dissuaso Pelosi dall’andare a Taiwan solo per non far arrabbiare la Cina.

«Io non sono molto spesso d’accordo con la Speaker Pelosi, ma lei aveva mostrato chiaramente che voleva visitare, per sua iniziativa, Taiwan, una nazione indipendente e sovrana, ora l’amministrazione Biden dice “che non sarebbe una cosa intelligente”» ha dichiarato Pompeo. Pechino aveva avvertito che ci sarebbero state conseguenze se la speaker della camera sarebbe atterrata a Taipei considerandola una inaccettabile provocazione.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 01-08-2022


L’avvertimento dell’Iran: “Siamo in grado di costruire la bomba atomica” 

Orbàn trasforma l’omofobia in legge