Vincenzo Montella litiga con un tifoso: “Partita noiosa? Non venire più a vedermi”

Nervosismo in casa Milan, Montella risponde a un tifoso nel post partita: “Non venire più a vedermi”.

chiudi

Caricamento Player...

Si può dire quello che si vuole di fronte alle telecamere o al microfono dei giornalisti, ma sarebbe ingenuo e forse ipocrita non ammettere che in casa Milan il clima è tutt’altro che sereno. A partire dallo spogliatoio per finire negli uffici di via Aldo Rossi, passando ovviamente per Vincenzo Montella, costantemente sotto pressione da settimane, perennemente alle prese con i nomi dei suoi possibili sostituti. E così non è facile lavorare né vivere.

Nervosismo Vincenzo Montella: dalle telecamere ai tifosi

Un Vincenzo Montella particolarmente nervoso quello che abbiamo visto nel post partita di AEK Atene-Milan. Per carità lui ha le sue ragioni quando dice che il punto preso in terra greca non è catastrofico. Per carità, ce le ha anche quando ricorda a tutti che la qualificazione ai sedicesimi di Europa League è a un passo. Il problema è che il tecnico si ostina a dire che la squadra è in crescita, che manca poco per la fiammata. Il problema è quando, rispondendo a Fassone, Montella dice di non voler rinunciare al bel gioco. Beh, ieri per quarantacinque minuti il gioco non è esistito. Il Calcio si è nascosto dietro a una fisicità estrema e alla paura, di entrambe le squadre, di perdere la partita. E le critiche sono inevitabili.

Lo sa Montella nel profondo del suo spogliatoio che qualcosa continua a non andare secondo i piani, il nervosismo c’è, si sente, è tangibile ed è racchiuso nella risposta rifilata a un tifoso nel post partita di Atene, a cui, criticato per una partita noiosa, Montella avrebbe consigliato di non andare più allo stadio a vedere le sue partite. Il tutto riportato con tanto di virgolettato da La Gazzetta dello Sport. Se questa è serenità…