David di Donatello 2020, Mattarella: “Il cinema è l’arte del sogno”.

ROMA – E’ stata un’edizione particolare dei David di Donatello. L’emergenza coronavirus non ha permesso agli attori e ai registi di essere presenti sul palco per ricevere i premi.

I vincitori dei David di Donatello 2020

Di seguito tutti i vincitori dei David di Donatello 2020 che sono stati annunciati in diretta televisiva con i vincitori in collegamento video.

Miglior attrice non protagonista: Valeria Golino per 5 è il numero perfetto

Miglior autore della fotografia: Daniele Cipri per Il primo re

Miglior sceneggiatura originale: Marco Bellocchio, Ludovica Rampoldi, Valia Santella e Francesco Piccolo per Il traditore

David dello spettatore: Il Primo Natale

Miglior scenografo: Dimitri Capuani per Pinocchio

Miglior truccatore: Dalia Colli e Mark Coulier per Pinocchio

Miglior attore non protagonista: Luigi Lo Cascio per Il traditore

Miglior musicista: L’orchestra di Piazza Vittorio per Il flauto magico di Piazza Vittorio

Miglior sceneggiatura non originale: Maurizio Braucci e Pietro Marcello per Martin Eden

Miglior costumista: Massimo Parrini per Pinocchio

Miglior acconciatore: Francesco Pegoretti per Pinocchio

Miglior attore protagonista: Piefrancesco Favino per Il Traditore

Miglior attrice protagonista: Jasmine Trinca per La dea fortuna

David Speciale: Franca Valeri

Miglior canzone originale: Che vita meravigliosa di Diodato per La dea fortuna

Miglior documentario: Selfie di Agostino Ferrente

Miglior regia: Marco Bellocchio per Il Traditore

Miglior produttore: Andrea Pais e Matteo Rovere per Il primo re

Miglior montatore: Francesca Calvelli per Il Traditore

Miglior regista esordiente: Phailm Bhuiyan per Bangla

David Giovani: Mio fratello rincorre i dinosauri di Stefano Cipani

Miglior cortometraggio: Inverno di Giulio Mastromauro

Miglior effetti visivi: Pinocchio

Miglior Suono: Il primo re

Miglior film straniero: Parasite di Bong Joon Ho

Il miglior film: Il Traditore di Marco Bellocchio

Il messaggio di Mattarella: “Il cinema è l’arte del sogno”

Prima dell’inizio delle premiazioni il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha voluto inviare un videomessaggio: “Il cinema – ha detto il Capo dello Stato – è l’arte del sogno. Un sogno che si realizza ogni volta, concretamente con la collaborazione di tutta una filiera di professionalità […]“.

Sergio Mattarella Pasqua
fonte foto https://www.quirinale.it/elementi/48664

Per ricostruire il nostro Paese – ha concluso Mattarella – sarà necessario recuperare ispirazioni e, quindi, tornare sognare e far sognare. E questo è il compito precipuo dell’arte, della creatività e degli artisti. Un compito alto, che la nostra Costituzione disegna all’art. 9, che affida alla Repubblica il compito di promuovere lo sviluppo della cultura e di tutelare il nostro patrimonio storico e artistico“.

Notizia in aggiornamento

fonte foto copertina https://www.quirinale.it/elementi/48664


L’ispezione del sindaco Sala ai Navigli: “Ora va meglio. Più controlli”

Regina Elisabetta: “Mai arrendersi, mai disperarsi”