Violenza sessuale, arresti in Piemonte e in Calabria

Violenza sessuale, un uomo è stato arrestato in provincia di Cuneo per abusi nei confronti della figlia. La denuncia è stata fatta dalla moglie.

CUNEO – Il Tribunale di Cuneo ha condannato a quattro anni e nove mesi un uomo, accusato di aver abusato della figlia. L’imputato è stato arrestato nei mesi scorsi dopo che la moglie ha trovato sullo smartphone del marito un video con le violenze nei confronti della bambina. La donna ha così denunciato la vicenda ai carabinieri che lo hanno immediatamente arrestato.

La vicenda risale ormai a diversi anni fa con la bambina che alla nonna aveva raccontato che il padre faceva cose strane con lei nella doccia. La piccola, inoltre, accusava dolori al basso ventre. I medici hanno riscontrato un’infezione vaginale a trasmissione sessuale. Alla fine l’uomo è stato condannato a quattro anni e soprattutto i giudici gli hanno tolto la potestà genitoriale oltre che vietargli lavori a contatto con i minori.

Carabinieri
fonte foto https://www.facebook.com/carabinieri.it

Violenza sessuale, arrestato un 53enne in Calabria

Non solo in Piemonte. Una vicenda simile è successa anche in Calabria. A Taurianova i carabinieri hanno fermato un uomo di 53 anni per violenza sessuale su un minore. Le indagini – partite dopo la denuncia dei genitori del giovane – hanno messo alla luce gli abusi da parte dell’indagato nei confronti del 16enne. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, una sera il 53enne con una scusa ha convinto il ragazzo a salire a casa sua e poi lì lo ha costretto a subire gli atti sessuali, approfittando anche delle condizioni di salute da parte del minorenne.

Le indagini sono in corso e nelle prossime ore potrebbe essere sentito nuovamente il ragazzo. L’uomo, intanto, è stato posto ai domiciliari in attesa del processo che dovrebbe iniziare a breve. L’indagato sarà ascoltato dal magistrato che dovrà confermare il fermo.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/carabinieri.it/

ultimo aggiornamento: 09-03-2019

X