Violenza sessuale di gruppo a Lignano Sabbiadoro. Cinque ragazzi indagati dopo la denuncia di una diciottenne.

LIGNANO SABBIADORO (UDINE) – Cinque ragazzi sono stati iscritti sul registro degli indagati per una presunta violenza sessuale di gruppo a Lignano Sabbiadoro, in provincia di Udine. Come riportato dall’Ansa, si tratta di giovani di età compresa tra i 17 e i 21 anni, accusati di aver abusato di una 18nne friulana nel pomeriggio di martedì 10 agosto 2021.

I punti da chiarire sono ancora diversi e per questo motivo nei prossimi giorni gli indagati nei prossimi giorni potrebbero essere ascoltati nuovamente per provare a capire la loro posizione e quanto successo nella cittadina friulana.

La presunta violenza sessuale

La ricostruzione di quanto successo è ancora al vaglio degli inquirenti. La presunta violenza sessuale sarebbe avvenuta nel pomeriggio di martedì 10 agosto 2021. La giovane, secondo delle prime informazioni, avrebbe incontrato tre dei cinque ragazzi sul lungomare e accettato l’invito di andare in una casa con loro.

In questo appartamento la ragazza sarebbe stata abusata prima dai tre e successivamente dagli altri due coinquilini arrivati poco dopo. I cinque sono rimasti nella casa con la giovane e poi la vittima ha accettato l’invito di uscire da parte di uno dei suoi presunti violentatori per chiedere aiuto.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Auto polizia
Auto polizia

La denuncia

Uscita dall’appartamento, la vittima ha raggiunto un suo amico bagnino e raccontato quanto successo. Il giovane le ha consigliato di confessare quanto successo ai genitori e il padre della ragazza ha raggiunto l’appartamento dove sono successi i fatti e ha sfondato la porta per venire a contatto con i ragazzi.

Decisivo, però, l’intervento degli agenti, allertati poco prima dai vicini che avevano sentito dei rumori particolari. Gli inquirenti hanno sentito la giovane e iscritto sul registro degli indagati i cinque ragazzi. I punti da chiarire sono ancora diversi e per questo sono in corso tutti gli approfondimenti del caso.


E’ morto Gianluigi Gelmetti. E’ stato direttore musicale al Teatro dell’Opera di Roma

Mottarone, la zia materna di Eitan: “E’ ostaggio in Italia. Torni in Israele”