Cinquecento anni dalla morte di Leonardo da Vnci, Mattarella in Francia

Mattarella a Notre-Dame: Italia e Francia paesi amici

Sergio Mattarella in Francia per i cinquecento anni dalla morte di Leonardo da Vicini. Il capo dello Stato: Siamo paesi amici.

In occasione della sua visita a Parigi, il capo dello Stato Sergio Mattarella si è recato di fronte a quelle che sono ormai le rovine di Notre-Dame, la cattedrale simbolo della capitale francese avvolta e distrutta parzialmente da un incendio.

Il viaggio di Mattarella in Francia nel nome di Leonardo da Vinci

Sergio Mattarella si è recato in Francia in occasione dei cinquecento anni dalla morte di Leonardo da Vinci, un evento storico che ha risvegliato l’interesse per il Genio italiano, cui sono state dedicate centinaia di mostre e migliaia di iniziative.

“Sono qui per testimoniare l’amicizia tra Italia e Francia”, ha dichiarato il presidente Sergio Mattarella nel corso del suo incontro con il presidente della Francia Emmanuel Macron.

La visita di Mattarella segna un passo importante nel percorso di distensione politica e diplomatica tra Italia e Francia in seguito alle tensioni dei mesi scorsi, tensioni culminate con la storica decisione di richiamare l’ambasciatore da Roma dopo le esternazioni di Di Maio e Salvini contro il governo francese.

Sergio Mattarella
Sergio Mattarella

Incendio Notre-Dame, le dichiarazioni di Mattarella

Il capo dello Stato, di fronte alla cattedrale di Notre-Dame, ha voluto esprimere il suo dolore per la perdita artistica e per il duro colpo psicologico ma ha voluto anche ringraziare i vigili del fuoco che hanno evitato il peggio grazie al loro sforzo.

“I pompieri che hanno lavorato per spegnere l’incendio meritano la riconoscenza dell’Europa […]. Per me, come per tutti quelli che sono stati più volte a Notre-Dame […] sono state ore di grande preoccupazione e coinvolgimento affettivo”.

ultimo aggiornamento: 02-05-2019

X