Orfini e Delrio salgono sulla Sea Watch. Boldrini: Carola è un’eroina

La sinistra sale sulla Sea Watch. I parlamentari hanno chiesto alla comandante la possibilità di mettere piede sulla ONG.

LAMPEDUSA – La sinistra scende in campo compatta per difendere la Sea Watch. Dopo la manifestazione a terra, alcuni esponenti hanno chiesto all’equipaggio della ONG tedesca di poter salire a bordo del mezzo.

Gentile comandante – si legge nella richiesta riportata da Il Giornalecon la presente le formalizziamo la nostra decisione, già preannunciata a voce, di esercitare le nostre prerogative ispettive salendo a bordo della motonave Sea Watch3 immediatamente con una delegazione di 6 parlamentari. Le chiediamo la disponibilità di un vostro mezzo che consente la visita istituzionale“. La delegazione si prepara a fare visita alla Sea Watch per manifestare la solidarietà allo staff e all’equipaggio della ONG tedesca battente bandiera olandese.

Delrio e Orfini a bordo della nave: Salvano vite

Una rappresentanza del Pd composta da Graziano Delrio, Matteo Orfini, Davide Faraone, Nicola Fratoianni e Riccardo Magi è salita sulla Sea Watch dalla quale ha tenuto una conferenza stampa al fianco di Carola Rackete.

I diritti delle persone prima di tutto. Chiediamo al di là delle polemiche politiche un gesto che serva a quietare questa situazione: per questo abbiamo deciso di restare a bordo della Sea Watch fino a quando non le verrà consentito di attraccare in un porto sicuro, a Lampedusa, e mettere in salvo le persone che ci sono a bordo“, ha fatto sapere Delrio.

Sea Watch, la Boldrini esalta Carola: “Un’eroina perché si assume le responsabilità fino in fondo”

Sulla vicenda attraverso i microfoni di Agorà è intervenuta anche Laura Boldrini: “La Libia non è un porto sicuro – precisa l’esponente della sinistra – e ha fatto bene la Capitana a non portare queste persone in un posto di guerra, perché avrebbe violato le regole internazionali. Per me è un’eroina, si è assunta le responsabilità fino in fondo ed è una persona che mette il rispetto del diritto e la legge dell’umanità al primo posto, tanto di cappello“.

LAURA BOLDRINI
LAURA BOLDRINI

Sea Watch, la Boldrini attacca Salvini: “Io sto con la #capitana”

L’ex presidente della Camera poi su Twitter attacca nuovamente Matteo Salvini: “Tra un ministro che si fa chiamare ‘capitano’ e poi stringe la mano a un grosso spacciatore di droga e una ragazza che si prende la responsabilità di salvare vite umane, non ho dubbi. Io sto con la #capitana. Proviamo a diradare un po’ le nebbie della propaganda di Salvini sul caso Sea Watch. Cosa rimane? Aziende che chiudono, crisi economica, disoccupazione, i nostri giovani che fuggono all’estero. Quando cominceranno a occuparsi dei veri problemi degli italiani?“.

Di seguito il tweet di Laura Boldini sul caso Sea Watch

fonte foto copertina https://twitter.com/SeaWatchItaly

ultimo aggiornamento: 28-06-2019

X