La visualizzazione protetta è una modalità di Excel che ci tiene al sicuro ma non ci permette di modificare i file. Scopriamola insieme

Quando si aprono fogli di calcolo Excel da fonti sconosciute c’è una funzione di Excel che viene in nostro soccorso. La visualizzazione protetta è infatti una modalità d’uso del programma che ci protegge da potenziali rischi insiti nel codice del file. Come molte funzioni di Excel anche la visualizzazione protetta ha radici antiche, almeno per i tempi dell’informatica, ma ancora oggi ha il compito di proteggerci da alcuni elementari malware, qualora non lo faccia l’antivirus.

Per poter modificare il documento su cui stiamo lavorando è necessario abbandonare la modalità protetta e iniziare a lavorare con una nuova modalità chiamata, per l’occasione modalità modifica.

Come attivare la modalità modifica

Partiamo dalle belle notizie: il 99% delle volte che usiamo Microsoft Excel lo stiamo facendo in modalità modifica. Questo perché la visualizzazione protetta, nonostante sia attivata per impostazione predefinita, si attiva soltanto se non stiamo creando il file ma se stiamo invece andando a visualizzare un file arrivato da un sito web o da un messaggio di posta elettronica. Windows infatti è in grado di registrare l’origine dei file che utilizziamo, e sfruttarla per migliorare la nostra sicurezza.

Possiamo riconoscere facilmente questa particolare modalità: è caratterizzata, oltre che dall’impossibilità per noi di modificare il file, anche dalla presenza di una barra di colore giallo proprio poco al di sotto della barra degli strumenti.

Al lato destro di questa barra si trova il pulsante abilita modifica e sarà proprio quello da dover cliccare per poter iniziare a lavorare con tutti i permessi del caso sul documento.

Una volta abilitata la modifica del file salviamolo in una posizione diversa da quella in cui l’abbiamo salvato dal browser per rimuovere la visualizzazione protetta.

Perché esiste la visualizzazione protetta?

Come abbiamo accennato in apertura, si tratta di una semplice precauzione di Excel che ha il compito e l’obbiettivo di proteggerci da malware, virus e altre minacce a cui possiamo essere esposti quando apriamo un file di Excel che proviene da fonti sconosciute.
Il computer, per fonti sconosciute, intende siti internet, allegati di posta elettronica o unità di archiviazione condivise con altri sistemi.

Se dobbiamo soltanto visualizzare un foglio di calcolo di cui non conosciamo la provenienza è bene mantenerla attiva.

È possibile disabilitare la visualizzazione protetta?

Possiamo disattivare in modo permanente questo piccolo strumento di protezione, tuttavia non è consigliabile farlo, soprattutto se siamo neofiti o poco pratici con il computer.

Per farlo, dalla barra degli strumenti di Excel facciamo clic su file e poi su opzioni.
Dalla colonna di sinistra scegliamo la voce centro protezione e poi facciamo clic su impostazioni centro di protezione.

Sempre dalla colonna di sinistra selezioniamo la voce visualizzazione protetta per far comparire una finestra di lavoro specifica. Qui possiamo scegliere per quali tipologie di file abilitare la visualizzazione protetta e per quali no.

visualizzazione protetta

Possiamo scegliere di abilitare/disabilitare la visualizzazione protetta per i file provenienti da internet, per i file in posizioni potenzialmente non sicure (come la cartella file temporanei) o per i file che provengono dagli allegati di posta elettronica.

In base a quelle che sono le nostre abitudini lavorative dovremo scegliere come gestire la modalità di visualizzazione protetta.

Fonte foto: pexels.com/photo/black-flat-screen-computer-monitor-1714208/


Word processor online, ecco le tre migliori soluzioni

Come proteggere un documento con una password in Word