La vitamina D si assume anche grazie all’esposizione solare. Per chi ama divano e condizionatore più di sdraio e ombrellone, esiste una App che la calcola.

Stare all’aria aperta fa bene, non è solo una credenza popolare. Lo dice anche la scienza. Per esempio, per aumentare la vitamina D è sufficiente stare al sole per periodi sufficientemente prolungati. Tuttavia, non tutti siamo amanti della tintarella e soprattutto dobbiamo considerare che l’eccesso di raggi solari potrebbe creare problemi alle pelli più sensibili o a chi ha particolari predisposizioni.

Se c’è una cosa che Internet ci ha insegnato è che non ci sono limiti a quello che si può trovare. Fra le cose “curiose ma utili” soprattutto in vista dell’estate c’è dminder, una App che ci permette di calcolare l’esposizione solare perfetta per assumere la giusta dose di vitamina D. Così possiamo evitare rischi come insolazioni e bruciature. O tornare a rintanarci al fresco del condizionatore appena “abbiamo fatto il nostro dovere“.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Come installare Dminder, il monitor per la vitamina D

dminder misuratore vitamina d

Attenzione: come tutte le App “mediche”, anche dminder non fornisce reali consigli medici, ma solo indicazioni di massima che possiamo usare per avere un’idea della nostra condizione. Quindi va benissimo se vogliamo provare a tenere uno stile di vita più sano senza avere particolari problemi. Ma se abbiamo una reale carenza di vitamine documentata, rivolgiamoci a un medico ed evitiamo qualsiasi soluzione “Fai da Te”, non importa quanto sembri avanzata o tecnologica.

Ciò premesso, dminder è comunque uno strumento che fa tutto il possibile per essere preciso. Dopo averla installata dal nostro App Store (Android o iPhone) infatti dobbiamo fornire una serie di informazioni fra cui altezza, peso, tipo di pelle, abitudini alimentari e così via. Sfortunatamente esiste solo in inglese, ma come succede sempre più spesso le informazioni sono abbastanza chiare, e in ogni caso possiamo farci aiutare da un traduttore online.

Una volta terminato di fornire le nostre informazioni, dminder ci offre una schermata in cui sono presenti le informazioni meteo relative al sole e alla quantità di raggi UV. Facendo clic sul tasto in alto a destra possiamo accedere ad alcune funzioni, fra cui Start sun session che ci permette di avviare il timer per l’esposizione.

dminder vitamina d esposizione timer

Per calcolare quanta vitamina D abbiamo assunto, la App ci chiede alcune cose, per esempio quanto siamo coperti e quanto le nuvole coprono il sole. Possiamo usare anche il sensore di luminosità dello smartphone per calcolarlo automaticamente.

Dminder timer obiettivi

Vitamina D, dove si trova? Il sole non è l’unica soluzione

Stare al sole è un buon modo per aumentare la vitamina D, ma se pensiamo di avere carenza possiamo ottenerla anche dagli alimenti. La vitamina D si trova soprattutto nel pesce (Salmone, Tonno, Trota), nel tuorlo delle uova, nel latte, nel burro, nel fegato e nelle verdure verdi.

Vitamina D: il sole è un alleato

Per la verità, non è corretto dire che stare al sole ci fa “assumere” vitamina D. Infatti l’esposizione solare aumenta la capacità del nostro corpo di assorbirla, ma non ne “crea”. In altre parole, più stiamo al sole meglio assimiliamo quella presente negli alimenti. Stando poco al sole dovremmo prenderne di più, perché il nostro corpo ne “sprecherà” quantità maggiori.

Fonte foto copertina: pixabay.com/it/vacanza-beach-relax-viaggio-sole-2218989/

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 16-06-2018


Anteprima File, anche in Windows come nel Mac grazie a un’App

Instagram Stories, come condividere le Story dei nostri amici come se fossero nostre