Voluntary Agreement, venerdì la risposta dell’UEFA. L’ipressione è che il Milan possa incassare un no secco.

Si avvicina il momento della verità per il Milan che a giorni dovrebbe ricevere la risposta dell’UEFA circa il Voluntary Agreement presentato nelle scorse settimane da Marco Fassone e David Han Li, braccio destro del presidente Yonghong Li.

Voluntary Agreement, venerdì la risposta dell’UEFA

Secondo quanto riportato da La Repubblica, venerdì dovrebbe arrivare la tanto attesa risposta dell’UEFa al piano economico presentato dal Milan. In base alla risposta proveniente da Nyon, i rossoneri potranno pianificare le prossime mosse anche in vista del calciomercato di gennaio, quando cedere qualche giocatore sarà un obbligo e acquistare un privilegio che forse i dirigenti milanisti non potranno permettersi.

Voluntary Agreement Milan, si va verso il no dell’UEFA

Secondo quanto riportato da La Repubblica, l’impressione è che l’UEFA possa respingere il Voluntary Agreement del Milan in virtù dei deludenti risultati ottenuti fino a questo momento in stagione e soprattutto alla luce dei tanti, troppi dubbi che circondano Yonghong Li, i suoi affari e il suo patrimonio. A quel punto al Milan non rimarrebbe che aderire al settlement agreement proposto dall’UEFA nella speranza che non sia eccessivamente rigido e possa consentire ai rossoneri di portare avanti questo progetto che fatica a prendere quota.

TAG:
milan

ultimo aggiornamento: 04-12-2017


Milan-Bologna 3-0, 21/05/2017: la sfida del ritorno in Europa per i rossoneri

Perotti: “Milan? Ho pensato subito ai giallorossi”