Volvo V90: dalla casa svedese ecco l’ideale di station wagon

La versione familiare della S90 è un’automobile dalla comodità unica che unisce prestazioni a design bello e allo stesso tempo funzionale. Ecco la Volvo V90, la regina delle station wagon.


L’ideale di station wagon è quello di una vettura per famiglie che metta al centro delle prestazioni comfort e sicurezza. Questo probabilmente doveva essere il pensiero in casa Volvo al momento dell’ideazione della V90, un’automobile che riesce a coniugare abitabilità sopra la media e tecnologie che rendono la guida estremamente sicura. Se poi a questo si aggiunge un’estetica ricercata e moderna, lontana dalle forme spartane delle concorrenti, la Volvo V90 può essere considerata la regina delle station wagon.

Volvo V90, scopriamo la regina delle station wagon

volvo v90
Fonte immagine: https://pixabay.com/it/volvo-v90-automatico-auto-2396040/

Il segmento Station Wagon negli ultimi anni ha subito un calo di appeal nelle preferenze degli automobilisti sempre più attratti dai SUV. Eppure esistono vetture che conquistano appena ci si entra in contatto; una di queste è proprio la Volvo V90, considerata ad oggi una delle regine incontrastate del settore, un vero e proprio pilastro del genere.

La V90 è la versione Station Wagon della Volvo S90, con la quale condivide la Piattaforma SPA (acronimo di Scalable Product Architecture, “architettura di prodotto scalabile”) presente anche nel corrispettivo SUV, la Volvo XC90. Il sistema brevettato dalla casa di Göteborg è stato ideato per adattarsi a diverse vetture anche modificando le dimensioni – eccetto che per i parametri dell’asse anteriore e del piantone dello sterzo – con l’obiettivo di offrire un migliore supporto al guidatore in caso di manovre d’emergenza.

Design moderno e tante novità

Nonostante l’aspetto massiccio, l’auto presenta un design armonioso, una vera e propria rottura rispetto al passato e alle convenzioni del segmento. Dalla lunghezza di 4,94 metri, per 1,88 di larghezza, con un passo di 2,94, la Volvo V90 mostra subito in modo chiaro le intenzioni dei progettisti di dare maggiore risalto all’eleganza e all’equilibrio delle forme.

La vettura presenta il cofano allungato, mentre la fiancata appare slanciata; il profilo spiovente del tetto fa preludio al lunotto inclinato, vera e propria novità rispetto alle versioni precedenti.

volvo v90 interni
Fonte immagine: https://pixabay.com/it/volvo-v90-automatico-auto-2396037/

Optando per un bagagliaio dalla capienza di poco minore rispetto agli standard delle station wagon, la coda ostenta linee più raffinate e forme sinuose, senza però eliminare i fari verticali. La capacità di 560 litri è comunque egregia e può aumentare fino a 1.526 inclinando i sedili posteriori.

Le tendenze del design sono rispettate anche nella zona anteriore dove il cofano introduce i gruppi ottici: provvisti di proiettori che integrano le luci a LED sono caratterizzati dalla consueta forma a “martello di Thor”, vero e proprio marchio di fabbrica della casa svedese.

Al centro è presente la bocca anteriore cromata, composta da listelli verticali, una cornice e linea obliqua con al centro lo stemma di casa Volvo.

Gli interni: eleganza, comfort e tecnologia di ultima generazione

Come già abbiamo raccontato il bagagliaio ha la capacità di 560 litri, e all’interno offre molte soluzioni per utilizzare lo spazio nel modo più conforme alle nostre esigenze. Ad esempio, sono presenti ganci per attaccare i bagagli e un piano ribaltabile. L’auto è infatti pensata per accompagnare l’automobilista per ogni attività in famiglia e non solo, adattandosi perfettamente a ogni necessità.

La capienza è migliorabile con l’abbattimento degli schienali dei sedili posteriori – manovrabili in modo semplice attraverso comandi elettronici –, grazie alla configurazione in modalità 40:60 oppure 40:20:40.

La forma del bagagliaio è stata pensata per adattarsi allo schema delle sospensioni posteriori, il sistema Integral Axle che sfrutta molle al posto delle solite balestre.

Oltre che per ragioni di estetica esteriore, la scelta di sfruttare una minore capacità del retro rispetto alla concorrenza offre un chiaro vantaggio anche per quanto riguarda l’abitabilità dei passeggeri: lo spazio per le gambe è ideale per viaggiare comodi anche per lunghi percorsi; i sedili sono inoltre parecchio confortevoli ed è presente la climatizzazione dedicata per ogni posto; è inoltre disponibile una buona quantità di vani portaoggetti e il cassetto anteriore è climatizzato.

volvo v90 sensus connect
Fonte immagine: https://www.volvocars.com/us/own/connected-car/sensus-connect

Il livello di comfort è al di sopra della media, fattore che rende ogni viaggio un vero e proprio piacere: soffermandoci sui sedili, potremo notare il design sviluppato secondo i criteri ergonomici tanto cari a Volvo, con lo schienale che si adatta perfettamente alla forma del corpo; anche la silenziosità è quasi perfetta ed resa ancora più netta dalla possibilità di avere doppi vetri laterali.

La capienza dell’area passeggero posteriore è inoltre ideale per chi ha bambini piccoli, essendoci molto spazio per inserire il seggiolino, bloccabile in maniera sicura con gli attacchi Isofix.

Altro punto di forza della Volvo V90 è la dotazione di tipo premium presente a bordo. Il sistema di infotainment Sensus Connect è intuitivo e si controlla tramite uno schermo verticale da 9”. Grazie ad esso è possibile gestire le numerose funzioni dei sistemi della vettura, mentre la tastierina a destra del volante permette un controllo più rapido.

Sensus Connect è provvisto di navigatore, con mappe aggiornabili tramite servizio MapCareTM, e la App Volvo On Call per mettersi in contatto con l’automobile, in modo da controllare da remoto alcune funzioni come il bloccaggio o lo sbloccaggio, l’avviamento del riscaldamento, o addirittura l’accensione della stessa vettura.

Il sistema di infotainment offre inoltre la possibilità di mettersi in contatto velocemente con il proprio riparatore in caso di problemi.

Infine, le finiture in legno conferiscono eleganza e un senso di appagamento estetico di altissimo livello. Il cuoio utilizzato per i sedili offre un piacere tattile non comune.

Motorizzazioni: 6 opzioni ma sempre 4 cilindri e 2 litri di cilindrata

Per quanto riguarda le motorizzazioni, la scelta della Volvo è molto coraggiosa e per nulla banale: la casa svedese infatti offre 6 opzioni differenti, ma decide di rinunciare ai 2 cilindri in più proposti dalla concorrenza, preferendo l’utilizzo di 4 cilindri da 2 litri per tutti i motori.

Tutti i propulsori sono della famiglia Drive-E, il sistema Volvo ideato allo scopo di far coincidere basse emissioni e prestazioni che non fanno rimpiangere i 6 o addirittura gli 8 cilindri.

La casa svedese ha diversificato le motorizzazioni in base al livello di potenza disponibile e alla tipologia di alimentazione. Sono infatti disponibili in versione diesel, a benzina e ibrida plug-in, ovviamente in differenti allestimenti.

tabella motorizzazioni volvo v90 diesel

Per la versione D5, Volvo introduce nel motore il sistema PowerPulse, un dispositivo che pompa aria ad alta pressione nella turbina. Questa tecnologia ha lo scopo di ridurre l’effetto turbolag, in modo da migliorare le performance in accelerazione, con grandi benefici per la guida.

tabella motorizzazioni v90 benzina

Le versioni a benzina offrono prestazioni più fluide e sportive con il propulsore della T6 che eroga 320 cavalli, che possono raggiungere i 408 con l’aggiunta di un motore elettrico da 88 cavalli nella ibrida T8.

tabella motorizzazioni volvo v90 ibrida

Il cambio Geartronic a 8 rapporti è particolarmente adatto alle finalità familiari della vettura. Particolarmente fluido, permette una controllo efficace e una guida svelta.

Tecnologie all’avanguardia per il supporto alla guida

La novità importante della V90 è rappresentata da alcuni sistemi di guida di ultima generazione. I progettisti della casa di Göteborg hanno fatto passi da gigante e sono riusciti a sviluppare una vettura che si avvicina al prototipo dell’automobile intelligente, capace di comprendere ciò che avviene attorno, agendo quasi autonomamente.

Il sistema IntelliSafe raccoglie una serie di dispositivi di sicurezza attiva e passiva, per consentire al guidatore di ridurre i pericoli durante il percorso: frenata automatica; sensori che permettono di percepire la presenza di altre vetture sull’angolo cieco; telecamere a 360° per manovre di parcheggio e non solo; rilevatori di animali sulla strada; allarme per evitare i colpi di sonno.

A queste tecnologie si aggiunge il Pilot Assist, una sorta di pilota automatico pensato per supportare il guidatore in ogni momento. Il sistema mantiene la velocità, seguendo la corsia in caso di linee ben visibili, calcolando la distanza di sicurezza con la vettura che precede.

I sistemi forniscono un aiuto all’automobilista, non influendo sulla qualità di guida, risultando mai invasivi.

Nonostante non si tratti di una vettura sportiva, la V90 si lascia guidare in modo confortevole, grazie ad un assetto morbido e uno sterzo preciso. Inoltre come già accennato, l’auto è provvista di un sistema di sospensioni molto avanzate, l’Integral Axle caratterizzato da un multilink posteriore e un duplice braccio anteriore.

La Volvo V90 è l’auto ideale per chi ama la guida comoda, adatta per rendere spensierati i viaggi in famiglia e non solo, grazie ad un’abitabilità fuori dal comune e la sensazione di sicurezza offerta da una tecnologia all’avanguardia. La casa svedese è riuscita nel suo scopo di avvicinare l’automobile alle esigenze delle persone.

Prezzo a partire da  Euro 45.500

Fonte immagini interne: https://pixabay.com/it/volvo-v90-automatico-auto-2396037/, https://www.volvocars.com/us/own/connected-car/sensus-connect

Fonte immagine di copertina: https://facebook.com/volvocars/photos

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 13-02-2018

Redazione Napoli

X