Damiano Caruso ha vinto la nona tappa della Vuelta 2021. Prova di forza di Primoz Roglic che consolida la leadership.

ALTO DE VELEFIQUE (SPAGNA) – Il primo sigillo italiano alla Vuelta è arrivato nella nona tappa. Damiano Caruso ha staccato i compagni di fuga a 60 chilometri dal traguardo alzando le braccia all’arrivo dell’Alto de Velefique. Da dietro, infatti, il gruppo ha sbagliato i calcoli e non è riuscito a raggiungere il siciliano.

I migliori, comunque, sull’ultima salita si sono dati battaglia e ci sono stati distacchi importanti. Roglic (a 1’05”) ha dimostrato di essere il più forte e con il secondo posto è riuscito a guadagnare qualche secondo su Enric Mas (3° a 1’06”). Da segnalare l’ottimo ottavo posto di Giulio Ciccone a 2’10” arrivato insieme a Egan Bernal. Crolla definitivamente, invece, Mikel Landa.

Le classifiche

Primoz Roglic consolida la prima posizione. Lo sloveno al termine della prima parte della Vuelta ha un vantaggio di 28″ su Enrico Mas e 1’21” su Miguel Angel Lopez. Il migliore degli italiani è sempre Giulio Ciccone (7° a 2’39”).

Questi i leader delle classifiche della Vuelta:

Classifica Generale – Primoz Roglic (Jumbo Visma)
Classifica a Punti – Fabio Jakobsen (Deceunninck-Quick-Step)
Classifica GPM – Damiano Caruso (Bahrain Victorius)
Classifica Giovani – Egan Arley Bernal (Ineos Granadiers)

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

La Vuelta
fonte foto https://www.facebook.com/lavuelta

La decima tappa

Dopo il giorno di riposo, la Vuelta ha in programma una decima tappa che si preannuncia molto nervosa. Sono 189 i chilometri da Rouquetas de Mar a Rincon de la Victoria. Una frazione ricca di sali e scendi con un GPM di seconda categoria piazzato a circa 15 chilometri dal traguardo.

Una ascesa di 10,9 chilometri con una pendenza media del 4,9%. Un buon trampolino di lancio per chi vuole vincere la frazione. Possibile, quindi, l’arrivo della fuga, mentre sembra essere più complicata una volata. Massima attenzione anche per i big. E’ una frazione che nasconde molte insidie e per questo motivo non ci si può distrarre.

ultimo aggiornamento: 22-08-2021


Boxe, Pacquiao torna sul ring dopo due anni: ko ai punti contro Ugas

Europei volley femminile, seconda vittoria per l’Italia