Wrapping auto: cos’è, come si fa e quanto può costare

Il wrapping auto permette di proteggere o personalizzare la carrozzeria della propria auto applicando una pellicola di vinile; per l’operazione è necessario rivolgersi a strutture certificate.

‘Wrapping’ è un termine inglese che si può tradurre come ‘incartare’ o ‘impacchettare’. Quando viene utilizzato in ambito motoristico, assume un significato diverso: il ‘car wrapping’ infatti, identifica l’applicazione di una pellicola di vinile sulla carrozzeria di un’auto o la carena di una moto; vediamo di seguito di cosa si tratta.

Cos’è il wrapping auto

Come detto, il wrapping consiste nel ricoprire la carrozzeria (per intero o solo in parte) con una pellicola di vinile, in genere protette da un laminato lucido. Quest’operazione può avere una doppia funzione. Da un lato, proteggere la vernice originale dall’azione corrosiva degli agenti atmosferici (soprattutto sole e pioggia) ed evitare che si rovini con piccole abrasioni; dall’altro, è possibile ‘personalizzare’ l’aspetto esterno dell’auto applicando una pellicola con una scritta o un motivo decorativo particolare. In questa seconda accezione, il wrapping auto è un’operazione di tuning estetico, ovvero un modo per personalizzare secondo il proprio gusto l’aspetto della vettura.

Non è necessario che la pellicola copra la carrozzeria per intero; in base alle esigenze specifiche, infatti, è possibile scegliere di rivestirne soltanto una parte, soprattutto se l’applicazione dello strato di vinile non ha scopi conservativi. Spesso, infatti, il wrapping è volto a dare un tocco personale all’auto, scegliendo un pattern decorativo particolare per decorare il tettuccio, il cofano, le calotte degli specchietti retrovisori o la griglia. In altri casi, l’applicazione di pellicole speciali viene effettuata per scopi pubblicitari: per la promozione di un’attività o un marchio è possibile “wrappare” un’intera flotta di vetture.

Wrapping auto: garanzia e manutenzione

Il wrapping auto fai da te è sconsigliato, meglio rivolgersi a strutture certificate con personale specializzato. Il logo o la fantasia da applicare sulla carrozzeria tramite pellicola può essere fatto stampare su richiesta presso i centri specializzati. Di solito, il rivestimento ha una garanzia che copre un arco temporale di tre anni oppure 30.000 km; la rimozione della pellicola viene garantita per lo stesso periodo di tempo (anche se è bene informarsi presso gli installatori per conoscere in dettaglio le condizioni di acquisto).

Un aspetto importante che contribuisce alla migliore conservazione del wrapping è il lavaggio. Per evitare di usurare il rivestimento, è consigliabile lavarlo a mano, utilizzando prodotti che non contengano alcun tipo di additivo; in alternativa, si può far lavare l’auto presso un autolavaggio, a patto che gli operatori non utilizzino spazzole abrasive e detergenti con additivi. Inoltre, è bene asciugare la superficie con cura per evitare che si formino delle macchie. Benché progettate e realizzate a scopo protettivo – utilizzando materiali robusti in grado di resistere anche alle condizioni atmosferiche più avverse – le pellicole vanno comunque tenute con cura: parcheggiare l’auto al coperto e tenerla pulita regolarmente consente di conservare al meglio, e per un periodo di tempo più lungo, il rivestimento.

Così come per l’installazione, anche per la rimozione della pellicola è consigliabile rivolgersi ad una struttura specializzata in car wrapping. Come già riportato, in genere la pellicola è coperta da un periodo di garanzia all’interno del quale la rimozione è ‘sicura’, ovvero non dovrebbe lasciare residui; ad ogni modo, nel caso in cui sulla carrozzeria restino attaccate piccole porzioni di pellicola, queste possono essere rimosse facilmente. Ad ogni modo, la rimozione della pellicola entro i termini della garanzia assicura (quasi del tutto) una carrozzeria intatta, anzi: essendo rimasta protetta dalla pellicola, la parte coperta dal wrapping potrebbe risultare più brillante di un’altra esposta agli agenti atmosferici in quanto il vinile conserva lo stato originale della vernice.

Wrapping Auto
Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/signsandgraphicsinc/5489392700

Come si fa wrapping auto

Perché è bene rivolgersi ad una carrozzeria specializzata per far applicare il wrapping? Il motivo è semplice: non si tratta di un’operazione banale e sono diversi gli aspetti cui l’installatore deve fare attenzione per ottenere un risultato soddisfacente. Anzitutto, è importante l’ambiente di lavoro in cui si svolge l’intera operazione: il locale deve essere coperto e riscaldato, dal momento che l’applicazione della pellicola va fatta ad una temperatura ben precisa; in aggiunta – per quanto possa sembrare banale – il luogo deve essere pulito, così da assicurarsi che il wrapping aderisca perfettamente alla superficie della carrozzeria, assicurandone la perfetta tenuta (quest’ultima potrebbe essere compromessa dalla presenza di pulviscolo tra la pellicola e l’adesivo).

Le figure specializzate devono fare attenzione anche ad altri aspetti; la buona riuscita di un car wrapping, infatti, dipende anche dallo stato di conservazione della superficie su cui verrà applicato il rivestimento. Non tutte le carrozzerie sono idonee ad essere sottoposte al procedimento e se hanno subito una riverniciatura, l’operatore dovrà prendere delle specifiche precauzioni. Nel caso in cui l’applicazione riguardi una pellicola con sopra stampati loghi o scritte, il cliente deve sincerarsi che queste vengano collocate esattamente nella posizione desiderata mentre l’installatore deve aver cura di gestire al meglio le criticità (ad esempio, le superfici curve che tendono a deformare le immagini stampate). Da quanto detto sin qui, è chiaro che rivestire una carrozzeria è tutt’altro che semplice, tant’è che l’operazione in genere richiede almeno un’intera giornata di lavoro (per cui è il caso di diffidare da chi propone soluzioni rapide e magari low cost).

Anche quando ci si rivolge ad un centro specializzato, vi sono alcune cose cui fare attenzione dopo il car wrapping. Anzitutto, verificare l’integrità della pellicola (non devono esserci graffi o altro); se il rivestimento è stato effettuato utilizzando più parti, controllare che nei punti di giuntura l’adesione sia buona (le parti devono essere congruenti e i bordi non devono ‘sbavare’) e infine verificare l’omogeneità della goffratura, se si è scelto un rivestimento con pellicola metallizzata. Gli errori di car wrapping più evidenti sono riscontrabili quando la pellicola è stata tesa troppo: le immagini stampante risultano distorte, specie presso cavità o lungo le superfici tonde, e il rivestimento avrà vita breve; se la pellicola è di una tonalità opaca, bisogna verificare che il grado di opacità sia omogeneo.

Wrapping auto quanto costa?

Il costo dipende in gran parte da quanta superficie si vuole far rivestire e su quale modello si applica la pellicola; orientativamente, si va da alcune centinaia di euro per ricoprire una singola parte, fino a svariate migliaia di euro se si opera su un’auto prestigiosa e si utilizza una pellicola particolarmente elaborata.

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/69781685@N07/7090539649

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/signsandgraphicsinc/5489392700

ultimo aggiornamento: 06-09-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X