Milano, yemenita aggresdisce militare con una forbice: arrestato

Aggredisce militare con una forbice, arrestato yemenita a Milano

Milano, arrestato lo yemenita che ha ferito un militare alla Stazione Centrale. Il ventitreenne aveva colpito un soldato con le forbici.

Arrestato Mahamad Fathe, 23enne yemenita che ha ferito un militare alla stazione Centrale di Milano. L’accusa è di attentato per finalità terroristiche o di eversione, tentato omicidio e violenza a pubblico ufficiale. Si indaga sulla vita dell’aggressore.

Aggredisce militare con una forbice, arrestato yemenita a Milano. Ha urlato Allah akbar dopo l’attacco al soldato

L’aggressione è avvenuta nella mattina del 17 settembre, quando lo yemenita, armato di forbici, ha attaccato il militare in servizio e lo ha colpito con una forbice. Fortunatamente senza gravi conseguenze per la vittima. Dopo l’attacco Fathe ha urlato Allah akbar. Proprio su questa rivendicazione stanno indagando gli uomini del pool antiterrorismo, che non escludono che il 23enne possa avere contatti con una rete o una cellula terroristica presente in Italia, forse proprio a Milano.

Carabinieri macchina
Carabinieri macchina

Le indagini degli inquirenti: si scava nella vita dell’aggressore per verificare eventuali contatti con cellule terroristiche

Gli investigatori stanno scavando nella vita del giovane per chiarire i suoi contatti con reti organizzate o cellule terroristiche. Lo yemenita non ha giustificato il suo gesto ai militari che lo hanno arrestato, ma la frase urlata dopo l’attacco non lascia dubbi sulla natura della sua aggressione. Resta da capire se si sia trattato di un gesto improvvisato e spontaneo oppure no. La sensazione, analizzando le modalità rudimentali e improvvisate del gesto, è che il ragazzo si sia mosso da solo, senza alcun tipo di supporto logistico.

ultimo aggiornamento: 17-09-2019

X